Sport

Tokyo: India con la sua squadra più numerosa, 120 atleti

Speranze per star Mary Kon e per risultati nel tiro e badminton

(ANSA) - NEW DELHI, 22 LUG - C'è una vivace attesa in India per i Giochi di Tokio, ai quali il Paese partecipa con 120 atleti, la delegazione più nutrita mai inviata alle Olimpiadi.
    Gli indiani nutrono serie speranze di migliorare il medagliere di Rio 2016, quando arrivarono solo dl'argento nel badminton femminile, conquistato da PV Sindhu, e il bronzo della lottatrice Sakshi Malik.
    Le specialità d'elezione per gli atleti indiani sono il badminton, il tiro, che schiera il gruppo più numeroso, con 15 atleti, la lotta, la boxe, e il tiro con l'arco. Grande speranze per il risultato di Mary Kon, la pugile che sarà la portabandiera della squadra assieme al capitano di hockey Manpreet Singh. Kon, chiamata in India Magnificent Mary, ha 38 anni: nelle recenti interviste ha detto che, molto probabilmente, questa sarà la sua ultima occasione olimpica.
    Oltre a Kon, il Paese guarda alle altre atlete della squadra di boxe, allenate dal coach italiano Raffaele Bergamasco, e giunte a Tokio direttamente dall'Italia, dopo oltre un mese di allenamento nel Centro pugilistico di Assisi. A Tokio l'India entrerà per la prima volta in due specialità, con CA Bhavani Devi, la prima schermitrice indiana qualificatasi per i Giochi, e Fouaad Mirza, il primo cavallerizzo olimpico indiano. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie