Economia

Responsabilità editoriale di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

Il settore green è sopravvalutato?

Dopo un ottimo 2020 e i risultati straordinari di inizio anno, i titoli “green”, legati all’ambiente e alla transizione ecologica, hanno accusato un forte consolidamento, soprattutto nel settore delle energie pulite. Ne parliamo con gli esperti di Sycomore Asset Management, parte della piattaforma multi-boutique di Generali Investments Partners S.p.A SGR

 

Come si spiega questo improvviso consolidamento?

 

Dalla metà di gennaio, gli indici green riportano significative sottoperformance, in virtù soprattutto dei timori legati all’atteso ribilanciamento dell’indice S&P Global Clean Energy. I timori di un rialzo dei tassi e le speranze di una ripresa economica, al contempo, hanno innescato una rotazione di mercato verso titoli “value”, determinando prese di profitto nei segmenti che lo scorso anno avevano i risultati migliori, cioè il settore green e le energie rinnovabili.

 

Possiamo aspettarci un incremento degli utili delle imprese legate all’ambiente e alla transizione ecologica nei prossimi anni? Si può parlare di ipercrescita?

 

La risposta non può essere univoca e va valutata, segmento per segmento e azienda per azienda, come dimostrano gli esempi di seguito:

 

  • La stima di crescita della capacità del fotovoltaico installato è del 90% per i prossimi cinque anni e i volumi dell’elettricità tramessa dovrebbero raddoppiare entro il 2050[1]
  • Quella delle postazioni di ricarica dei veicoli elettrici dovrebbe stabilizzarsi fra il 35 e il 40% l’anno, nei prossimi 5-10 anni, partendo da una base installata molto ridotta [1]
  • Secondo il piano di rilancio europeo, i ritmi di ristrutturazione del parco immobiliare dovrebbero triplicare, con tutto quel che ciò implica in termini di crescita dei fatturati
  • Per le infrastrutture idriche, i dati della crescita dei ricavi sono maggiormente allineati con l’andamento del PIL
  • Per l’economia circolare invece, dal punto di vista degli operatori nel settore dello smaltimento dei rifiuti e in quello dell’edilizia sostenibile, ci attendiamo nel 2021 un rimbalzo tra il 20 e il 60% degli utili netti per azione seguito da una normalizzazione della crescita
  • Nella catena di valore dei produttori di biciclette, il tasso di crescita degli utili per azione si attesta invece attorno al 15-20% nel 2021 - malgrado l’ingente domanda, mentre è compreso tra il 5 e il 10% nei segmenti delle infrastrutture elettriche, dei servizi energetici e delle infrastrutture idriche

 

Come si riflette tutto questo nel portafoglio del comparto Sycomore Eco Solutions?

 

Se, quindi, le prospettive sono molto disparate tra un segmento e l’altro, le aspettative medie di crescita degli utili per azione nel portafoglio del comparto azionario Sycomore Eco Solutions, gestito da Sycomore Asset Management - una società della piattaforma multi-boutique di Generali Investments, si attestano attorno al 30% per il 2021, in linea con i tassi osservati nel settore tecnologico. Grazie alla selezione di aziende con modelli economici che apportano un contributo attivo alla transizione ecologica ed energetica, il comparto gode di una buona diversificazione sia in termini di segmenti che di traiettorie attese delle performance. E pur riconoscendo il 2021 come un anno in qualche modo “insolito”, la crescita degli utili del fondo dovrebbe comunque attestarsi attorno al 20% nel 2022, e nello stesso ordine di grandezza negli anni successivi per questo stesso portafoglio[2].

 

Quali operazioni di arbitraggio avete privilegiato dall’inizio dell’anno?

 

All’inizio del 2021, abbiamo deciso di ridurre leggermente l’esposizione agli operatori puri del settore delle energie rinnovabili, incrementando gli investimenti in temi quali le costruzioni, l’economia circolare e la componentistica elettrica, ossia temi più ciclici e dalle valutazioni a nostro parere molto più ragionevoli, soprattutto alla luce delle potenzialità di rimbalzo nel 2021 e del supporto di cui godono nei diversi piani di rilancio economico.

Sono queste le operazioni che riteniamo siano in grado di fare la differenza tra noi e gli ETF in termini di performance nelle fasi di forte inversione di tendenza dei mercati.

 

Esistono ancora opportunità nel settore delle energie rinnovabili?

 

Certamente, ma è necessario essere selettivi. Le valutazioni dell’idrogeno sono a nostro parere difficili da giustificare, abbiamo quindi deciso di esporci indirettamente a questo tema, tramite alcuni operatori nella catena di valore dell’idrogeno, ad esempio le aziende che sviluppano pile a combustibile o serbatoi (come Plastic Omnium).

 

Come posizionarsi sul tema dell’ambiente?

 

La rivoluzione verde è iniziata ed è qui per restare. Si tratta innegabilmente di un settore al quale è necessario essere esposti, ma con discernimento. In tema di ambiente, siamo fermamente convinti dell’importanza della gestione attiva, puntando a distinguere tra i protagonisti che saranno in grado di conservare la loro posizione leader, acquisire nuove quote di mercato ed essere redditizi, e gli operatori che saranno semplici comparse all’interno di una nuova tendenza.

Nelle fasi di ripiego dei mercati come quella osservata di recente, sta a noi saper identificare i titoli che offrono livelli di ingresso interessanti per investire su un orizzonte temporale di cinque anni,  non sposiamo mai una logica d’investimento di breve periodo.

 

Sycomore Eco Solutions 

Un comparto gestito da Sycomore AM, dall’impatto ambientale positivo che punta a realizzare performance finanziarie costanti e a beneficiare del potenziale di crescita delle aziende che apportano un contributo attivo alla transizione ecologica ed energetica.

 

AUM

€ 540,7 M (a fine aprile 2021)

ISIN

LU1183791794

Classe

EUR R Acc

Data di lancio

31.08.2021

Benchmark

MSCI Europe NR

Società di gestione e gestore degli investimenti

Sycomore Asset Management

Commissioni di gestione

2.00%

Commissioni di performance

20% > Benchmark

Classificazione SFDR[3]

Articolo 9

 

 

Factsheets del comparto | Download

 

Sycomore Eco Solutions integra la gamma di fondi tematici SRI di Sycomore AM che include, tra gli altri, Sycomore Shared Growth, attento al tema dell’impatto sociale, Sycomore Happy@Work, focalizzato sulle aziende che attribuiscono importanza alla valorizzazione del capitale umano, Sycomore Next Generation, focalizzato sulle imprese i cui prodotti e servizi sono destinati alle nuove generazioni, Sycomore Sustainable Tech che partecipa allo sviluppo del settore tecnologico, sostenendo al contempo le imprese che scelgono di agire in modo responsabile nell’offerta e nell’utilizzo della tecnologia ed infine Sycomore Global Education con l’obiettivo di incentivare i miglioramenti nella portata e qualità dell'istruzione, per generare una crescita sostenibile e un impatto positivo per la società.

 

 

Per saperne di più, visita: www.generali-investments.com

 

 


 

 

 


[1] Fonti: IEA, Fieldtrip Kepler

[2] Fonte: Sycomore AM, il fondo non offre alcuna garanzia di rendimento né di performance e comporta il rischio di perdite di capitale.

[3]SFDR: Sustainable Finance Disclosure Regulation

La responsabilità editoriale e i contenuti sono a cura di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

Video Economia




Modifica consenso Cookie