Economia
  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Generali: Caltagirone lascia patto e presenta lista

Generali: Caltagirone lascia patto e presenta lista

Valuta se 'corta'. Venuto meno accordo con Del Vecchio e Crt

Il patto su Generali stretto fra Francesco Gaetano Caltagirone e Leonardo Del Vecchio, cui ha aderito anche Fondazione Crt, va in soffitta. Il costruttore romano esce dall'accordo di consultazione, siglato lo scorso settembre in vista dell'assemblea di aprile per il rinnovo del cda, e si prepara a presentare una propria lista, che potrebbe anche essere 'corta', quindi in grado di portare un numero di consiglieri inferiore alla maggioranza del consiglio, sebbene resti sul tavolo l'opzione di una lista 'lunga'. Non è quindi chiaro se si tratta della fine di un progetto comune o di una mossa che modifica solo l'assetto dell'alleanza in modo da non andare incontro a rischi legali oppure dal rischio di uscire non vincenti all'assemblea contro la lista del cda uscente appoggiata da Mediobanca. Dagli ambienti vicini a Delfin si conferma infatti il clima di sintonia. Le società attraverso le quali Caltagirone è il primo azionista privato di Generali (all'ultimo aggiornamento era già oltre l'8%) hanno comunicato a Delfin, la holding di Del Vecchio, e a Crt il proprio recesso dal patto stretto su Generali. Hanno inoltre "maturato la decisione di presentare una propria lista per il rinnovo del cda" "sebbene non sia stata ancora assunta una univoca determinazione circa la promozione di una lista cosiddetta 'lunga' oppure 'corta'". In quest'ottica ritengono "oramai superata la funzione cui il patto era preordinato". Nella lettera di tre pagine indirizzata all'amministratore delegato di Delfin Romolo Bardin e al presidente dell'ente torinese, Giovanni Quaglia, il gruppo Caltagirone premette che "il patto è stato sottoscritto essenzialmente per favorire la consultazione delle parti in vista delle determinazioni da assumere in occasione della prossima assemblea" e sottolinea che nessun impegno era stato assunto riguardo "alla presentazione di liste di maggioranza o di minoranza, né tantomeno con riguardo al voto nella assemblea" del prossimo 29 aprile.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie