Economia
  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Borsa: Europa tenta rialzo con future Wall Street positivi

Borsa: Europa tenta rialzo con future Wall Street positivi

Gas e petrolio in calo, spread oltre 190 punti. Milano piatta

(ANSA) - MILANO, 27 MAG - Le Borse europee provano ad ingranare la marcia nell'ultima seduta della settimana con i future su Wall Street che hanno girato in positivo per effetto della buona impostazione dei tecnologici con Alibaba e Baidu che in Cina hanno tirato la volata di Hong Kong.
    L'indice d'area del Vecchio Continente, lo Stoxx 600, si avvicina a guadagnare un punto percentuale sostenuto anche dai titoli legati ai prodotti di consumo e agli industriali. Si confermano, invece, le vendite sull'energia con il gas che ha ritoccato i minimi pre-guerra a 82,5 euro, e viaggia in calo dell'1,71% a 84,5 euro al Mwh. Cambia passo poi il petrolio, in flessione sia con il wti (-0,4% a 113,7 dollari al barile) sia con il brent (-0,14% a 117,3 dollari. Tra le singole Piazze, Francoforte guadagna lo 0,8%, Parigi lo 0,9%, Londra lo 0,21%.
    Milano resta la più cauta con il Ftse Mib piatto (+0,03% a 24.556 punti) in attesa stasera dell'aggiornamento di Fitch sul rating italiano. Lo spread tra Btp e Bund scende a 190,5 punti così come il rendimento del decennale italiano al 2,85%. Sul paniere principale del listino milanese Generali lascia il 2,64% dopo le dimissioni dal cda di Francesco Gaetano Caltagirone, che oltre a essere consigliere è azionista del gruppo con una quota pari al 9,95% del capitale. Tra i titoli peggiori anche Saipem (-2,45%) e Terna (-2,11%). Poco mosse Intesa (-0,02%) e Unicredit (+0,5%) dalle nuove temporanee restrizioni a conti italiani nelle relative controllate in Russia deciso dalla Banca centrale di Mosca. Per quanto riguarda i cambi si conferma la debolezza del rublo sulla moneta unica europea e il biglietto verde. Al cambio attuale per un euro servono 70,5 rubli e per un dollaro ne occorrono 65. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie