Libri
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Libri
  4. Poesia
  5. Dante: in mostra frammenti Commedia, 'eredità inaspettata'

Dante: in mostra frammenti Commedia, 'eredità inaspettata'

In archivio Innocenti 9 pergamene manoscritte codice trecentesco

(ANSA) - FIRENZE, 17 NOV - Una mostra con nove pergamene della Commedia dantesca, pagine manoscritte appartenenti a un codice trecentesco, conservate nell'Archivio storico dell'istituto degli Innocenti. E' quanto propone l'istituto fiorentino per rendere omaggio a Dante, nell'anno delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte. La rassegna 'Una eredità inaspettata. I frammenti della Commedia nell'archivio degli Innocenti', che espone tali documenti al pubblico per la prima volta, sarà visibile dal 18 novembre al 28 dicembre. Le nove pagine, è stato spiegato, erano state usate come 'carte di guardia', secondo le prassi librarie di riuso di pergamene antiche per le rilegature di nuovi libri, e si trovavano all'interno di alcuni registri contabili del Cinquecento appartenenti alla famiglia Violi e confluiti nel 1594 nell'archivio dell'istituto. Oggi le pergamene con la trascrizione tardo trecentesca della Commedia costituiscono unità archivistica a sé, ma la prima segnalazione inventariale le descrive nel 1912 ancora rilegate nei registri. Non si ha notizia del loro distacco da questi, certamente anteriore agli anni Novanta, quando, ormai sciolte, vennero studiate da Gabriella Pomaro, autrice del primo studio dedicato, che le associa a frammenti conservati altrove. Quest'anno le ricerche dell'archivio degli Innocenti hanno ulteriormente approfondito la vicenda consentendo di risalire, ad esempio, a quel cartolaio di via della Condotta che nel 1580 rilegò i libri contabili riutilizzando le pergamene su cui era trascritta la Commedia.
    "L'iniziativa - spiega la presidente dell'istituto degli Innocenti Maria Grazia Giuffrida - ci permette di rendere noto quanta ricchezza di materiali e documenti, anche inaspettata, contiene il nostro archivio, un patrimonio storico che riguarda la vita non solo di questa antica istituzione, ma anche dell'intera comunità cittadina con la quale è sempre stata in profondo dialogo". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie