Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Acquistare online una bicicletta elettrica: guida alle caratteristiche

Optimamente

In Italia un numero sempre crescente di persone sceglie la mobilità sostenibile. I problemi legati alla pandemia, il traffico stradale sempre più intenso, la necessità di risparmiare sono alcuni dei motivi che spingono le persone ad acquistare una bicicletta elettrica, valido mezzo di trasporto alternativo per le grandi città che può rivelarsi una soluzione adeguata alle abitudini quotidiane, alla qualità topografica e alla lunghezza del tragitto da percorrere, nonché alla necessità di rispettare l'ambiente. La scelta di modelli di e-bike in vendita online è davvero vasta e una guida può essere utile per riuscire ad acquistare quella più adatta a ogni esigenza.

Caratteristiche di base e tipologie di e-bike

È possibile, sostanzialmente, suddividere le bici a pedalata assistita da città in tre tipologie:

  • Biciclette classiche da passeggio che hanno ruote da 28 pollici, un comodo portapacchi e un’impostazione di guida confortevole, con la schiena dritta e le braccia rilassate;
  • Biciclette pieghevoli che possono essere comodamente piegate e trasportate nei mezzi pubblici o nei luoghi di lavoro;
  • Biciclette ibride che possono essere usate in città, ma anche su altri terreni, per altri usi ricreativi.

Oltre a scegliere la tipologia più corrispondente alle proprie necessità, bisogna fare attenzione al tipo di trasmissione. Sarebbe preferibile scegliere una trasmissione non fissa, ma integrata, per poter cambiare marcia anche in sosta. Per quanto riguarda i freni, è meglio orientare la propria scelta verso freni a dischi meccanici o ancor meglio ai freni idraulici, perché la bicicletta sia sicura anche in caso di pioggia. Altri elementi ai quali far attenzione sono:

  • il sistema di illuminazione
  • gli pneumatici che devono avere una larghezza superiore a 1,5 pollici,
  • l’ammortizzazione che deve comprendere forcella e reggisella per assicurare confort e garantire il massimo della sicurezza.

Per ciò che riguarda il telaio, ne esistono di diverso tipo, ma quello aperto consente di scendere più agevolmente dalla bici e facilita il trasporto posteriore, ad esempio, di un bambino. Un altro importante criterio di scelta è il peso della e-bike che non dovrebbe superare i 20Kg.

Bicicletta elettrica e tragitto in città

Quale tipo di tragitto si deve affrontare quotidianamente? Rispondere a questa domanda darà l’indirizzo per scegliere la velocità oraria che dovrebbe raggiunge la bici elettrica. Se si percorrono tragitti brevi, una e-bike che va alla velocità di 25 Km/h sarà sufficiente; se, invece, i tragitti sono lunghi, anche fuori dal perimetro cittadino, allora sarà meglio optare per una e-bike che può raggiungere la velocità di 45 Km/h.

Batteria e motore della bicicletta elettrica

Le e-bike possono essere a batteria o a motore e la scelta di una o dell’altra modalità dipende dalle possibilità economiche disponibili, dalle caratteristiche del tragitto da percorrere e dalle esigenze di chi l’acquista.

La batteria in una "pedelec" (Pedal Electric Cycle) ha una potenza che va dai 200 ai 600 Wh che corrisponde a un aumento di peso sul veicolo. La maggior parte dei modelli in commercio garantisce un’autonomia della batteria di 20 km, che varia a seconda del tragitto intrapreso, del peso del ciclista e dal livello di assistenza usato.

La batteria, anche se verrà effettuata una corretta manutenzione, perderà fino al 10% della sua autonomia ogni anno e dovrà essere sostituita dopo quattro o cinque anni. Per tale motivo è meglio accertarsi prima dei suoi costi ed evitare sorprese quando sarà il momento di sostituirla. Oggi le batterie agli ioni di litio (Li-ion) sono le più utilizzate e in generale sono garantite per 2 anni. Per ricaricare una batteria per bicicletta elettrica occorrono da 3 a 7 ore.

La potenza massima del motoredi una bicicletta a pedalata assistita, prevista dalla Direttiva Europea (2002/24/CE), è di 250 Watt, potenza sufficiente a coprire tragitti cittadini.

Il motore può essere posizionato in tre diverse modalità:

  • motore centrale, che rende più stabile il mezzo
  • motore sul mozzo anteriore, che rende meno facile la guida, ma è la soluzione più economica
  • motore sulmozzo posteriore, che sposta il carico sul retrotreno, ma favorisce la trasmissione diretta della potenza.

Altre caratteristiche importanti per la scelta di una e-bike

Una caratteristica davvero importante di cui tenere conto prima di acquistare una bicicletta elettrica, è il tipo di assistenza alla pedalata. Le e-bike possono avere un sensore di potenza o un sensore di pedalata. Il primo attiva l’assistenza appena sul pedale viene applicata una minima pressione che facilità la partenza, ma è più logorante per il motore; il secondo, invece, attiva l'assistenza solo dopo che è stato completato un certo arco di rotazione, che sollecita in maniera meno aggressiva il motore.

La taglia della bici elettrica o a motore è molto importante per il confort soprattutto per chi pensa di trascorrere molto tempo in sella. Le misure che si devono considerare nella scelta della taglia sono:

  • la distanza tra manubrio e sella (chiamata anche orizzontale)
  • la lunghezza della bici
  • la larghezza del manubrio
  • le misure del tubo sella che devono essere appropriate alla stazza dell’utilizzatore del mezzo.

Esiste una tabella standard di riferimento che pone l’altezza in centimetri del ciclista in relazione alla misura del telaio, ma la scelta della taglia dipende anche da fattori che sono personali e i valori indicati dalla tabella sono solo indicativi e sempre da porre in relazione alle singole esigenze.

Gli strumenti di gestione della citybike a pedalata assistita

Ogni e-bike ha un computer di bordo che può essere una pulsantiera o un display che gestisce l’accensione del mezzo, quella delle luci, regola il livello di assistenza da erogare e permette di visionare i livelli della batteria. Nei modelli meno economici si può trovare anche l’indicazione del chilometraggio, la distanza percorsa e la velocità raggiunta. Alcune e-bike hanno anche un’app che permette di controllare funzioni come la geolocalizzazione, il sistema antifurto e i sistemi di navigazione integrati.

Quanto costa ricaricare una urban bike con pedalata assistita?

Se si fa un calcolo veloce, visto che per una ricarica completa della batteria si spendono pochi centesimi, si potrà constatare che per 100 Km si spenderanno circa 10 centesimi di euro, una cifra davvero irrisoria rispetto ai costi che si sostengono con altri mezzi di trasporto e anche notevolmente inferiore al costo dei biglietti per i mezzi pubblici. Per la bici con pedalata assistita non si pagano né bollo e nemmeno assicurazione (che non è obbligatoria per legge, come per gli altri mezzi di trasporto) e i costi di manutenzione sono davvero contenuti.

Fino al febbraio 2021 è stato possibile ottenere un bonus per la mobilità sostenibile, erogato per l'acquisto di una e-bike, misura che, come previsto dalla bozza di bilancio 2021, potrebbe essere riproposto.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Modifica consenso Cookie