Esperto, IA contribuirà per 16.000 mld dlr a economia globale

Entro il 2030, secondo l'Ad di GSMA, John Hoffman

(ANSA-XINHUA) - SHANGHAI, 9 LUG - Il settore dell'intelligenza artificiale (IA) può potenzialmente contribuire all'economia globale per circa 16.000 miliardi di dollari nei prossimi dieci anni: ne è convinto John Hoffman, amministratore delegato della GSMA Ltd., in un discorso online alla 2020 World Artificial Intelligence Conference, inaugurata oggi a Shanghai.
    Questa nuova tecnologia, prevede Hoffman, dovrebbe favorire una crescita fino al 26% delle economie locali entro il 2030. La GSMA è un'associazione internazionale attiva nel settore della telefonia mobile e la GSMA Ltd. è una consociata interamente controllata dall'organizzazione.
    "Il mondo assiste ai forti investimenti della Cina nel campo dell'intelligenza artificiale, che mirano a connettere e ad ammodernare l'intera industria cinese entro il 2025", ha sottolineato il manager.
    La Cina, ha aggiunto Hoffman, possiede un maggior traffico dati e più utenti connessi di qualsiasi altro Paese del mondo e questo favorisce lo sviluppo dell'intelligenza artificiale, che può migliorare e risultare più accurata grazie al maggior numero di dati a disposizione.
    Il Paese, ha osservato, beneficia di un elevato livello di sfruttamento delle nuove applicazioni e le dimensioni della sua popolazione comportano un maggior ricorso all'intelligenza artificiale, rendendo disponibili una serie di casi di studio che in breve tempo possono quindi essere testati e modificati, a seconda delle diverse aspettative del mercato.
    Oltre ad attori affermati come Baidu, Alibaba e Tencent, ha concluso Hoffman, il mercato cinese presenta anche un fiorente ecosistema di start-up impegnate nello sviluppo di questa nuova tecnologia, che beneficiano di capitali provenienti sia dal settore statale che da quello privato. (ANSA-XINHUA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA