Cina: Intelligenza Artificiale per tutelare la biodiversità

A Kunming 'Germplasm Bank of Wild Species' per specie a rischio

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 27 MAG - La Cina sta adoperando le nuove tecnologie, tra cui l'intelligenza artificiale, per tutelare le specie in via di estinzione, come il pavone verde, ovviando alla carenza di esperti specializzati a fronte del ricco patrimonio naturalistico del Paese.
    Sin dagli anni '90, la popolazione di questi grandi volatili, originari delle foreste tropicali del Sud-est asiatico e tra i maggiori galliformi viventi, è fortemente diminuita in Cina.
    Tutti gli esemplari attualmente in cattività sono frutto di incroci genetici e nessuno discende direttamente da pavoni verdi selvatici.
    Tuttavia, grazie alla tecnologia di sequenziamento del genoma, sei pavoni verdi di razza "pura" hanno deposto oltre 20 uova dalla fine dello scorso anno presso il Kunming Institute of Zoology dell'Accademia cinese delle Scienze. La città di Kunming, nel sud-ovest della Cina, è anche sede della "Germplasm Bank of Wild Species", una specie di "Arca di Noè" cinese che comprende un deposito di semi, un'unità di micro-propagazione in vitro, una banca genetica di microrganismi, una di germoplasma animale e una di DNA.
    I ricercatori hanno depositato oltre 6.000 campioni di DNA di piante e animali selvatici in questa banca genetica.
    (ANSA-XINHUA)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA