Idi: fratel Stablum venerabile, primo tra medici istituto

Ospedale inaugura una mostra dedicata al religioso

(ANSA) - ROMA, 26 APR - Fratel Emanuele Stablum è il primo medico religioso dell'Idi dichiarato 'venerabile'. Il decreto della Congregazione per le Cause dei santi ha ottenuto qualche giorno fa il via libera da Papa Francesco. "Si tratta di una notizia di grande importanza per tutta la comunità dell'Istituto Dermopatico dell'Immacolata dal momento che a questo giovane medico religioso e alla sua 'scuola' l'Idi deve il suo nome, il fondamento scientifico delle sue storiche terapie e gran parte dei professionisti che hanno segnato la storia dell'Istituto", sottolinea lo stesso Idi.
    Scomparso all'età di 55 anni, Fr. Emanuele Stablum si laureò 1930 a Napoli per poi dedicarsi subito all'attività sanitaria dell'Istituto Dermopatico dell'Immacolata di Roma di cui fu direttore per quindici anni. Fr. E. Stablum fu attivamente partecipe alla vita della sua Congregazione - Figli dell'immacolata Concezione - di cui fu vicario generale. La sua carità fu di esempio quando nel 1943-44 aprì le porte dell'ospedale ai perseguitati dai nazisti. Salvò la vita ad un centinaio di rifugiati, tra questi 52 ebrei, salvati dalla Shoah, insieme a perseguitati politici e ad altri invisi al regime.
    Per rendere omaggio al suo Venerabile "fondatore scientifico" - ricorda padre Giuseppe Pusceddu, Superiore Provinciale della Congregazione dei Figli dell'Immacolata Concezione, "abbiamo organizzato una mostra che descriva, per punti essenziali, il percorso di vita di Fr. Emanuele Stablum". Verrà inaugurata oggi e sarà visibile a tutti per alcune settimane presso l'Idi di Roma. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie