Percorso:ANSA > Mare > Home

Tirrenia: Cin e Moby depositano istanza di concordato

Tirrenia: Cin e Moby depositano istanza di concordato

Cin, la Compagnia italiana di navigazione del gruppo Onorato, ha depositato al Tribunale fallimentare di Milano la proposta definitiva di concordato preventivo e nel pomeriggio di oggi, a quanto si è saputo, sarà depositata anche quella di Moby.

Logistica: Grendi, bene ricavi, impegno per la felicità dei dipendenti

Il gruppo Grendi chiude il 2020 con un fatturato di 57,5 milioni di euro, in crescita dell'11% rispetto al 2019 e aumentano anche i volumi trasportati con la linea marittima per la Sardegna: 70,509 teu (+5%) e 303.515 metri lineari (+17%).

Porti: Gioia Tauro, sei aziende allontanate per interdittiva

Sei aziende raggiunte da interdittiva antimafia sono state allontanate dal porto di Gioia Tauro dall'inizio del 2021.E' quanto comunica l'Autorità portuale.

The Italian Sea Group: esercitata opzione di greenshoe

The Italian Sea Group: esercitata opzione di greenshoe

The Italian Sea Group, operatore globale della nautica di lusso, comunica che il joint global coordinator Intermonte Sim, quale soggetto incaricato dell'attività di stabilizzazione, ha integralmente esercitato l'opzione Greenshoe, concessa dall'azionista venditore, Gc Holding, per l'acquisto di 1.800.000 azioni collocate al medesimo prezzo del collocamento istituzionale (ossia, 4,90 euro per azione).

L' Ue apre una procedura contro l' Italia sul regolamento per i porti

L' Ue apre procedura contro Italia sul regolamento per i porti

La Commissione europea ha aperto una procedura d'infrazione contro l'Italia per non aver rispettato alcuni obblighi di notifica previsti dal regolamento sui servizi portuali pensato per "creare condizioni di parità nel settore, fornire certezza giuridica agli operatori e creare un clima più favorevole per l'efficienza degli investimenti pubblici e privati".

Porti: Trieste, potenziata infrastruttura ferroviaria

L'intervento si inquadra nel lotto dei lavori di manutenzione per un valore oltre 1 milione di euro, e si affianca ai lavori portati avanti da RFI sul fascio Parenzane nella stazione di Trieste Campo Marzio.