Marche

  1. ANSA.it
  2. Marche
  3. Speciali
  4. Turismo: Marche, +30% soggiorni in ville di pregio rispetto a 2021

Turismo: Marche, +30% soggiorni in ville di pregio rispetto a 2021

Emma Villas, tra principali destinazioni con Toscana e Umbria

Redazione ANSA ASCOLI PICENO

(ANSA) - ASCOLI PICENO, 05 NOV - Le Marche quest'anno hanno visto un incremento del 30% rispetto al 2021 del turismo in ville di pregio. Il dato deriva dal 'report' delle proprietà di Emma Villas, leader italiano nel settore del vacation rental (ossia affitti brevi di ville e tenute di pregio con piscina privata), analizzando le prenotazioni degli oltre 500 immobili gestiti in esclusiva tra ville e tenute di pregio nel nostro Paese.
    L'Italia torna ad incantare i turisti che dimostrano di scegliere sempre di più un soggiorno in ville e dimore di pregio. Molto positivo l'andamento della stagione estiva: oltre 7.200 le settimane prenotate, ritorno massiccio degli ospiti internazionali, ottima la conferma anche degli italiani (14%); 45.000 clienti hanno soggiornato nel 2022 nelle esclusive proprietà di Emma Villas, leader italiano nel settore del vacation rental (ossia affitti brevi di ville e tenute di pregio con piscina privata). Toscana, Umbria e Marche sono le destinazioni più amate, ma molto richieste anche Sicilia ed Emilia Romagna. Dato non trascurabile, il tasso di occupazione in alta stagione si è attestato all'81%.
    Nel 2021 nelle Marche +30% di turismo in ville di pregio.
    Nella regione le settimane prenotate in alta stagione (luglio/agosto) sono state il 92% del totale offerto, contro l'88% dello scorso anno, praticamente 9 ville su 10. La regione è al secondo posto per numero di prenotazioni e al terzo posto tra le principali destinazioni scelte dai turisti di tutto il mondo (sul podio con Toscana e Umbria). Chi sceglie le Marche per le proprie vacanze estive lo fa in gruppo di 9-10 persone per singola prenotazione, soggiorna per una settimana e mezza e spende in media circa 4.780€ in totale.
    A scegliere questa soluzione sono principalmente gli stranieri, che quest'anno hanno registrato un record di prenotazioni. Inglesi (20%) e statunitensi (14%) al primo posto tra i clienti extra UE. Non mancano però nel Bel Paese coloriture europee, con i tedeschi (15%), in pole position.
    Nella classifica figurano anche gli italiani (14%), che provengono principalmente da Lombardia (42%), Lazio (14%) ed Emilia Romagna (10%). Giammarco Bisogno, fondatore e ceo di Emma Villas da un lato è soddisfatto per l'andamento dell'estate 2022, ma non nasconde motivi di preoccupazioni per l'attuale situazione internazionale: "l'inflazione, e quindi l'aumento del costo della vita, dell'energia, dei carburanti, e anche il rincaro dei voli italiani e internazionali, non fanno bene a nessun settore, in particolare quello del turismo" commenta aggiungendo che "il tema dei costi energetici è cruciale per mantenere la ripresa, forte del boom di turisti stranieri col ritorno di inglesi e americani". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie