Marche
  1. ANSA.it
  2. Marche
  3. Prima assemblea soci Cluster Exploore Aerospazio Marche

Prima assemblea soci Cluster Exploore Aerospazio Marche

A Monteprandone, scopo è sviluppare una filiera aerospaziale

   A Monteprandone (Ascoli Piceno) si è svolta la prima assemblea dei soci del Cluster Exploore Aerospazio Marche, costituito il 16 dicembre 2021 in coincidenza con la prima Giornata Nazionale dello Spazio. Il progetto è stato avviato e sviluppato nel corso degli ultimi due anni attraverso una serie di eventi, come le Settimane Mondiali dello Spazio di Osimo, attraverso l'azione di OsimoLab, motore istituzionale che ha coinvolto Rettori, imprenditori, scienziati insieme ad esperti di settore e manager di impresa.
    Occasioni per le imprese del settore di interagire e coordinarsi per arrivare a sviluppare una filiera aerospaziale, accompagnati anche dal Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio fin dalla prima edizione. All'unanimità è stato eletto presidente, l'ing. Antonio Bontempi (Presidente GEM elettronica). "In queste ultime settimane ho avuto il piacere di verificare l'elevato livello di competenze e professionalità esistenti, all'interno del Cluster, in campo aeronautico e spaziale sia nel mondo industriale che in quello accademico delle università" ha detto Bontempi.
    Exploore nasce a vocazione globale: durante l'assemblea si è svolto un collegamento con lo Space Park di Leicester ed è stata comunicata la sottoscrizione di un Memorandum of Understanding con il Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale della San Diego State University (SDSU). Scopo del Cluster marchigiano è quello di sviluppare una filiera aerospaziale costituita da enti di ricerca ed aziende locali (o che intendono localizzarsi) nelle Marche, al fine di contribuire a generare ricadute positive sul territorio in termini di produzione, occupazione e formazione.
    "Guardiamo con particolare interesse a questa esperienza - ha dichiarato l'assessore regionale Guido Castelli - che potrà consentire ad importanti aziende marchigiane di valorizzare assets strategici sul piano non solo regionale ma anche nazionale. La regione, nell'imminenza del varo della nuova programmazione europea 21/27, vuole relazionarsi positivamente con quelle "Marche Intelligenti" che possono rappresentare una svolta per l'economia regionale". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie