Antonio Presti strappa al degrado Le Rocce di Taormina

Progetto mecenate per recupero struttura e mostra foto Pepi

 La storia delle Rocce, il complesso turistico che si affaccia sullo splendido mare di Taormina, "ripete misteriosi immobilismi - scrive il giornalista Giovanni Pepi - che in Sicilia, talora o spesso, confliggono con la bellezza". Prima ritrovo per le vacanze dei dipendenti della Regione, poi tempio della dolce vita, albergo frequentato dalle star del cinema mondiale, dalla Milo alla Taylor, dalla Kelly alla Hepburn. Infine il degrado E la rovina. Oggi, dopo quarant'anni, l'impegno di un mecenate visionario come Antonio Presti vuole strappare all'abbandono questo angolo di paradiso per farlo diventare nuovamente un luogo della bellezza: stanze d'albergo inventate da artisti, un museo all'aperto, sodalizi culturali. Insomma uno spazio pilota, dove nascono idee, poi opere e sculture che si irradiano nei territori intorno. Una formula sperimentata da Presti con l'attività culturale della Fondazione Fiumara d'Arte nel messinese, laboratorio di idee che divengono realtà

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>