100 anni da morte Rodin, padre scultura del '900

Celebrazioni si concluderanno in Italia con mostra a Treviso

Considerato il padre della scultura del XX secolo, autore di capolavori assoluti e famosissimi quali 'Il pensatore', 'Il bacio', 'I borghesi di Calais', 'La Porta dell'Inferno', in cui il distacco dall'idealismo classico e dalla visione decorativa barocca si traducono in una straordinaria forza espressiva, Auguste Rodin si spegneva il 17 novembre del 1917 all'età di 77 anni, all'apice del successo.

Cento anni dunque dalla scomparsa di un genio, acclamato in tutto il mondo, eppure al tempo stesso simbolo egli stesso dell'artista capace di condurre in solitudine e fino in fondo la propria rivoluzione del linguaggio plastico, da cui la scultura moderna non tornerà più indietro. A testimoniarlo, le mostre organizzate (tra Parigi e New York) per questo anniversario, ultima delle quali quella che concluderà proprio in Italia le celebrazioni, allestita dal 24 febbraio al Museo di Santa Caterina di Treviso.

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>