Laura Bosetti Tonatto, Mediterraneo profuma d'incenso

Naso Italia ospite onore a Grasse, patrimonio immateriale Unesco

 "Il Mediterraneo è un grande 'paese' e ai suoi confini è fiorita la civiltà. Contiene tutte le memorie: quelle dei fenici, dei romani, dei greci, dei musulmani, dei cristiani e degli ebrei. Dovrebbe unire i popoli, e non dividerli. Ma l'arte, la poesia e la fragranza di un profumo non hanno mai bisogno di interpreti". Così il naso Laura Bosetti Tonatto ospite d'onore per l'Italia al convegno "Patrimonio culturale immateriale dell'Umanità" della città di Grasse, la città dei profumi candidata francese 2017/2018 del patrimonio immateriale dell'umanità dall'Unesco. La creatrice di fragranze, invitata assieme al profumiere francese Francis Kurkdjian e al giapponese Takashi Suzuki, al Colloque Patrimoine Culturel Immatériel de l'Humanité che si tiene a Grasse, profumi ha commentato il tema, Sens et Essences en Pays de Grasse, la Méditerranée en Invitée d'honneur, rivelando che il suo profumo creato pensando al Mediterraneo è a base d'incenso, materia prima che in tutte le religioni induce a contemplazione.

"La natura - ha precisato il naso - ha unito in un'essenza ciòche l'uomo sta distruggendo in nome delle religioni. Vorrei che questo profumo arrivasse ai grandi della terra perché possano considerare le diversità etniche, culturali e religiose un grande patrimonio per crescere insieme".

Grasse offre così un importante riconoscimento all'Italia e a uno dei nasi italiani più conosciuti nel mondo per la sua attività di creatrice di essenze e di trentennale ricerca nei rapporti tra arte, cultura e profumi. E' la seconda volta, dopo la serata d'onore a lei dedicata dall'Accademia di Francia di Villa Medici a Roma, che la Francia rende omaggio a Laura Bosetti Tonatto.

Speciali ed Eventi vai alla rubrica >>
Press Release vai alla rubrica >>