Intelligence 5.0, diagnosi predittiva macchine autocoscienti

Progetto Biesse Group in bando Mise, sostenuto da Regione Marche

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 03 MAR - Rientra nel settore di applicazione della fabbrica intelligente o digital manufacturing, il progetto della Biesse Group di Pesaro, multinazionale leader nella tecnologia per la lavorazione di legno, vetro, pietra, plastica e metallo, quotata alla Borsa di Milano. Si tratta adi "Intelligence 5.0", una soluzione avanzata IoT (Internet of Things) basata su una rete di sensori collaborativi applicati ai componenti delle macchine a controllo numerico per attività di diagnostica predittiva. Un sistema che, non solo fornisce analisi predittive su possibili guasti o malfunzionamenti dei macchinari, ma - ed è lo step 5.0 - si pone come interfaccia utente intelligente dell'operatore per un utilizzo ottimale dei macchinari. Il progetto, presentato dai manager Biesse, Roberto Selci (amministratore delegato) e Paolo Tarchioni, e dal vice presidente della Regione Marche, Mirco Carloni, rientra nel bando del Mise Fabbrica Intelligente e ha ottenuto il via libera da parte della Regione con la delibera che ha autorizzato lo stanziamento di un contributo finanziario per una quota del 3% del costo ammesso; si aggiunge ai 2,4 milioni del Mise. L'investimento complessivo, da realizzare in 36 mesi, è pari a 6,837 milioni di euro di cui 4,9 sostenuti da Biesse Group e la parte restante all'Università Politecnica delle Marche. Dopo l'ultimo passo del procedimento, che arriverà con il decreto del Mise, la realizzazione del progetto in 36 mesi per l'operatività. Intelligence 5.0 si collega al precedente progetto "Sophia" (2017) nato per per la verifica da remoto di non conformità o problematiche in macchinari in tutto il mondo. La Regione intende "sostenere la qualità degli investimenti innovativi al fine di potenziare la competitività e la capacità di attrazione del sistema produttivo delle Marche". Tra questi anche quello di Biesse Group con il progetto "Intelligence 5.0 - Dai sistemi Cyber-fisici per la creazione di macchine utensili "self-aware" (autocoscienti, ndr) a innovativi modelli di servizi industriali evoluti". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: