Aziende europee ancora ai blocchi di partenza sullo sviluppo 4.0

Sondaggio, solo il 23% ha iniziato la trasformazione digitale

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 30 MAR - In Europa meno di un quarto delle aziende (23%) ha iniziato la trasformazione digitale dei processi di produzione. E oltre la metà non ha nemmeno iniziato a delineare una strategia o una roadmap per uno sviluppo 4.0. Emerge da un sondaggio effettuato su oltre 1.400 decision-maker in dieci paesi europei, tra cui l'Italia, condotto dall'istituto di ricerche di mercato YouGov per conto dell'istituto di ricerca Handelsblatt e TeamViewer. Per la maggior parte dei manager - secondo il sondaggio - l'Industria 4.0 si traduce in un approccio multidimensionale alla digitalizzazione delle loro aziende, e per tre quarti di loro include l'uso di tecnologia e dati per digitalizzare il processo di produzione con particolare attenzione alle macchine, ma anche l'uso della realtà aumentata (78% per l'Italia) e dell'intelligenza artificiale (80% per l'Italia) per supportare i processi manuali attraverso la tecnologia digitale. Più del 70% ha dichiarato che questa trasformazione si tradurrà in migliori condizioni di lavoro, più sicurezza sul posto di lavoro (82% per l'Italia) e una cultura aziendale completamente diversa. Le tempistiche e i costi da sostenere vengono indicati come il problema principale nella digitalizzazione dei reparti di produzione. Inoltre, le preoccupazioni relative alla sicurezza informatica (28%) e dei dati (25%) giocano un ruolo importante, così come l'incompatibilità tra le macchine esistenti e le nuove tecnologie (26%). (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: