Semiconduttori, -42% emissioni da perfluorocarburi in 10 anni

I dati aggiornati del settore strategico, che ammette “alcuni gas insostituibili”

Redazione ANSA

Nell'ultimo decennio l'industria europea dei semiconduttori ha ridotto del 42% le emissioni da perfluorocarburi (Pfc), necessari al processo produttivo ma anche potenti gas a effetto serra. Lo rende noto la European Semiconductor Industry Association (Esia) in una nota.


Ancor prima, negli anni che vanno dal 1995 al 2010, l’industria europea aveva ridotto volontariamente del 41% le emissioni da perfluorocarburi. Le emissioni di tutti i gas serra generati nel processo produttivo, prosegue la nota, sono calate del 54% dal 2010 al 2020. I semiconduttori, ricorda la nota, danno un "contributo significativo alla mitigazione delle emissioni, facilitando il risparmio energetico e riducendo il consumo di energia" ma "alcuni gas emessi restano fondamentali per la produzione, poiché non vi sono sostituti efficaci". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: