Lgbt: commissaria Ue, si rispetti libertà movimento famiglie

Baldassarre (Lega), 'favore a business degli uteri in affitto'

Redazione ANSA STRASBURGO
(ANSA) - STRASBURGO, 24 NOV - "Gli Stati membri dell'Ue devono garantire che i diritti delle famiglie Lgbt alla libertà di movimento siano rispettati. Stiamo dialogando e monitorando da vicino l'attuazione da parte degli Stati membri delle norme dell'Ue sulla libera circolazione per garantire la conformità".

Così la commissaria europea per l'Eguaglianza, Helena Dalli durante il dibattito parlamentare in aula a Strasburgo.

Immediata la reazione dell'eurodeputata della Lega Simona Baldassarre: "Il Commissario annuncia che proseguirà la cavalcata ideologica della Commissione europea a favore della genitorialità transfrontaliera, che seguo da tempo e sulla quale più volte mi sono espressa", ha detto.

"Ben venga, nessun minore deve essere allontanato dalla mamma e dal papà mentre viaggia in Europa, peccato che l'incidenza giuridica di questi casi sia prossima allo zero. Quel che però il Commissario omette è che la proposta rappresenterà una 'tana libera tutti' per famiglie omogenitoriali e utero in affitto", prosegue l'eurodeputata.

"Dovremo riconoscere in Italia 'genitori' che sono diventati tali ricorrendo alla maternità surrogata in paesi come il Portogallo? Se un altro Stato membro riconoscesse il certificato di genitorialità ucraino dopo che due committenti hanno acquistato un bimbo, dovremmo riconoscere anche noi quei 'genitori?", conclude Baldassarre. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: