Baldassarre (Lega), stop a Ius scholae e cannabis libera

Serve politica che rimetta al centro le famiglie

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 30 GIU - "Il paese e le famiglie sono in ginocchio, ma la sinistra arena il Parlamento per la liberalizzazione delle droghe e per offrire all'immigrazione nuove ragioni per sbarcare in Italia. Non è così che si rimette in piedi un Paese". Così in una nota, Simona Baldassarre, eurodeputato e responsabile del Dipartimento Famiglia della Lega.

"Le famiglie italiane sono allo stremo e lottano ogni giorno per riuscire ad arrivare a fine mese a causa dell'aumento delle bollette e del costo dei beni primari. Sono 5,6 milioni le persone in povertà assoluta in Italia con una guerra a poche migliaia di km", prosegue la nota "La sinistra vuole forse strumentalizzare la crisi per far passare la propria agenda ideologica? Noi non ci stiamo. Non servono Ius Scholae e Cannabis, ma una politica che rimetta al centro le famiglie, che investa su di loro e che guardi ai bisogni reali degli italiani", conclude Baldassarre. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: