Verdi Ue, da Europarlamento nessun interesse per mezzogiorno

'Bocciato nostro emendamento su 40% fondi per il sud Italia'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 23 GIU - "Ci abbiamo provato, ma il disinteresse verso le regioni del mezzogiorno ha prevalso". Così in una nota la delegazione europarlamentare italiana dei Verdi si esprime sul voto appena concluso sul report per l'implementazione del Recovery Fund.

"Avevamo presentato un emendamento ad hoc per il sud Italia, dove chiedevamo che l'impegno assunto con il Pnrr dal governo Draghi, ovvero, dedicare almeno il 40% della spesa territorializzata sulle regioni del mezzogiorno, diventasse vincolante anche a livello europeo, invitando la Commissione a valutare e monitorare l'attuazione dei Pnrr anche sotto questo profilo". Lo affermano in una nota congiunta Piernicola Pedicini, Rosa D'amato e Ignazio Corrao.

"Un assist che noi dei Greens volevamo dare per una corretta distribuzione delle risorse al mezzogiorno dove si sono già riscontrate delle disparità in due ministeri come Mitur e MISE a guida leghista" proseguono gli eurodeputati.

"È necessario introdurre dei vincoli validi per tutti gli enti titolari, affinché implementino questa o altre soluzioni efficaci per salvaguardare sempre il rispetto della quota, a prescindere dalle capacità amministrative dei territori meridionali"."Purtroppo, oggi qualche nostro collega italiano ha dimostrato di non essere interessato al rispetto del famoso 40% di risorse destinato al sud", conclude la nota. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: