Si conferma crescita inflazione, a settembre al 3,4%

Energia e servizi tra le cause, il tasso di Estonia-Lituania sopra il 6%

Redazione ANSA

BRUXELLES - Continua la crescita dell'inflazione nell'eurozona e in Ue. A settembre il tasso nell'eurozona si è attestato al 3,4%, cioè 0,4% punti in più rispetto ad agosto. Netto il gap rispetto allo stesso periodo nel 2020, quando i prezzi registravano un -0,3%. È quanto rileva l'Eurostat confermando i numeri della stima flash del primo ottobre scorso, sempre relativa al mese di settembre.

Il trend in salita dell'inflazione è confermato anche per l'area Ue (a settembre tasso al 3,6% rispetto al 3% di agosto). A pesare sul boom, spiega l'ufficio statistico europeo sono i prezzi dell'energia, dei servizi, dei prodotti industriali non energetici, di cibo, alcol e tabacco.

Tra i Paesi dell'Ue i tassi di inflazione più bassi li registrano Malta (0,7%), Portogallo (1,3%) e Grecia. In cima alla classifica Lituania e Estonia (6,4%) e Polonia (5,9%). L' Italia ha un tasso di poco inferiore a quello medio dell'eurozona, con il 2,9%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: