Von der Leyen, senza riforme Polonia non avrà fondi europei

'Next Generation EU va speso in linea con i valori Ue'

Redazione ANSA
STRASBURGO - "L'attuale camera disciplinare deve essere soppressa e sostituita da un tribunale indipendente e imparziale. Il regime disciplinare deve essere riformato. Tutti i giudici colpiti dalle sentenze della camera disciplinare devono avere il diritto al riesame dei loro casi. Questi tre impegni, tradotti in milestone, devono essere realizzati" da Varsavia "prima che sia effettuato qualsiasi pagamento. So che alcuni di voi sono scettici, ma nessun fondo sarà erogato fino a quando queste riforme non saranno intraprese". Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen intervenendo al Pe sull'ok al Pnrr polacco.
"Quando si parla di Next Generation Ue, si parla di denaro comune europeo - ha spiegato von der Leyen -. Il Parlamento europeo e gli Stati membri devono essere certi che questo denaro sia speso in linea con le nostre regole e valori. Ovunque nella nostra Unione. E ci siamo dati gli strumenti per assicurare che il bilancio europeo sia tutelato". Nel caso di Varsavia, "Parlamento e Commissione hanno avviato procedure ex articolo 7. Il regolamento del Recovery ci consente di portare avanti le riforme necessarie", ha aggiunto.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie