A Siena 'tesoretto' di antiche monete d'argento romane

Trovate in scavo del 2015 nel Chianti. Esposte dopo restauro

Redazione ANSA SIENA

(ANSA) - SIENA, 29 MAG - Quasi 200 monete d'argento romane, rimaste sepolte sotto terra per più di due millenni e scoperte nelle colline del Chianti nel 2015, sono da oggi le protagoniste della mostra 'Tesoro del Chianti: Monete d'Argento di età Repubblicana da Cetamura del Chianti' nel complesso di Santa Maria della Scala di Siena. La rassegna prosegue fino al 2 settembre.
    Nell'estate del 2015 uno scavo archeologico della Florida State University, diretto da Nancy de Grummond, ha portato alla luce un piccolo contenitore in terracotta, apparentemente anonimo, ma che conteneva le monete romane. Sono poi seguiti sei anni di restauro, realizzato grazie al contributo della Fondazione Friends of Florence, che hanno restituito lo splendore di questo tesoro. Compaiono nelle effigi delle monete i volti di Ottaviano, il futuro Augusto, del suo nemico Marco Antonio e della stessa Cleopatra. Le monete più recenti ritrovate si datano intorno al 27 a.C. "Oggi con la mostra che si inaugura al Complesso Museale del Santa Maria della Scala - commenta Andrea Muzzi, a capo della Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo - il racconto della scoperta del tesoretto, del suo significato, del fascino delle monete d'argento che rimandano a lidi e storie lontane, come alle vicende belliche che ruotano attorno alla Battaglia di Azio del 31 a.C., diviene una narrazione che siamo sicuri coinvolgerà il pubblico senese così come tutti i visitatori che in questo momento così difficile ricominciano a frequentare i luoghi della cultura". Per il sindaco di Siena Luigi De Mossi "la ricchezza del nostro territorio è ben documentata dalle continue, straordinarie scoperte che esso ci riserva". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie