A Siena la 'Madonna del Solletico', eredità cardinal Casini

Ritorno temporaneo dell'opera in prestito dagli Uffizi

Redazione ANSA SIENA

(ANSA) - SIENA, 21 MAG - Una mostra dedicata alla committenza del cardinal Antonio Casini (1378-1439), vescovo di Siena tra il 1408 e il 1426, principe della Chiesa che fu al centro delle vicende politiche e religiose del suo tempo. Da domani apre, nel complesso monumentale del Duomo di Siena, la mostra sull'eredità lasciata da colui che fu definito, da un diplomatico senese, 'l'altro papa'.
    Fra le opere appartenute all'insigne umanista e teologo la Madonna col Bambino, detta 'del Solletico', di Masaccio, tangibile segno del legame intenso del Casini con la Vergine Maria, prestito concesso dal direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, alla Fabbriceria senese. All'interno del complesso del Duomo di Siena, Casini ha lasciato un'eredità artistica significativa come il rilievo di Jacopo della Quercia nella Galleria delle Statue del Museo dell'Opera, la copia del suo testamento nell'Archivio dell'Opera della Metropolitana o l'elegante pastorale con il Battesimo della Sala del Tesoro.
    "E' un approfondimento culturale all'interno del complesso e dell'acropoli che acquisisce una valenza significativa e amplia l'offerta di visita per un turismo di qualità in questo momento di ripartenza", ha detto il Rettore dell'Opera della Metropolitana, Guido Pratesi. L'esposizione, promossa dall'Opera della Metropolitana, è ideata e organizzata da Opera Laboratori, con la collaborazione dell'Arcidiocesi di Siena, della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena, Grosseto, Arezzo, della Biblioteca comunale degli Intronati. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie