Da Mimmo Paladino a Gio Ponti, i Segni Sacri in mostra a Milano

Esposta a Adi Design Museum anche la tiara per Papa Paolo VI

Redazione ANSA MILANO

MILANO - Dalle creazioni di artisti contemporanei come Mimmo Paladino, Andrea Mastrovito e Gio Ponti, ai paramenti sacri appena realizzati dalla Scuola Beato Angelico per la diocesi africana di Monze: taglio del nastro a Milano per la mostra 'Segni Sacri: i cento anni della Scuola Beato Angelico' che nella cornice dell'Adi Design Museum espone una selezione di oggetti liturgici destinati al culto realizzati dalla Scuola, non solo nel panorama artistico milanese e italiano, ma anche in quello internazionale.
    Sono presenti in esposizione i cinque calici disegnati nel 2017 dai designer Michele De Lucchi, Riccardo Dalisi, Alessandro Mendini, Antonia Astori e Paolo Rizzato per il Museo Diocesano, ora parte della collezione della Triennale di Milano, e alcuni oggetti storici, tra cui la tiara realizzata per Papa Paolo VI, le opere dello scultore Marco Melzi per luoghi di culto milanesi come la Chiesa di San Francesco al Fopponino e la Cappella dell'Ospedale San Carlo, e i paramenti confezionati per Papa Benedetto XVI. "Anche l'arte si fa interprete di quel messaggio di bellezza, trascendenza e vocazione alla fraternità" grazie al "dialogo con il design contemporaneo e la coralità nel realizzare un'opera" ha commentato l'arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini. La Scuola Beato Angelico, fondata nel capoluogo lombardo nel 1921 da monsignor Giuseppe Polvara, "ha ricondotto alle linee essenziali la ricchezza che tante volte appesantiva le vesti ecclesiali. Mi auguro che in questo laboratorio di futuro così promettente sia provocazione a accogliere l'idea per un cammino. Perché non possiamo salvarci se non insieme". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie