Omaggio a Canova alla Galleria Carlo Orsi

Unico evento a Milano per celebrazioni dei 200 anni dalla morte

Redazione ANSA MILANO

MILANO - Raccontare il rapporto tra Milano e Antonio Canova attraverso una selezione di opere conservate nel capoluogo lombardo ma anche ricordando alcuni grandi progetti destinati alla città rimasti irrisolti, come il Perseo Trionfante e il Napoleone come Marte Pacificatore per il progetto del Foro Buonaparte (mai realizzato), e il gruppo marmoreo di Teseo che sconfigge il centauro: è la mostra "Capolavori di Canova. Un omaggio nel bicentenario della morte", allestita alla Galleria Carlo Orsi dal 1 al 22 dicembre e a cura di Fernando Mazzocca. Unico evento che Milano dedica al grande artista nell'anniversario della sua scomparsa, avvenuta a Venezia il 13 ottobre 1822, la mostra ha il suo fulcro nel gesso, uno dei più bei modelli esistenti, di Venere e Adone. La mostra continua nella fortuna dell'immagine di Canova, rappresentato in due celebri ritratti dal milanese Andrea Appiani e dal grande maestro inglese Thomas Lawrence, da sempre legato a Canova. Tra le opere in esposizione spicca poi l'Erma di Domenico Cimarosa, versione del celebre busto onorario di Domenico Cimarosa conservato alla Protomoteca Capitolina. La mostra si conclude infine con un importante dipinto inedito, in cui Canova ha rappresentato, ispirandosi a una delle sue sculture più celebri, la Maddalena penitente, opera eseguita nel 1798 a Possagno, città in cui l'artista si era ritirato per sfuggire ai francesi che avevano occupato Roma. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie