Mixer Cocktails entra nel colosso francese degli spirits

Cede maggioranza a La Martiniquaise primi 10 gruppi al mondo

Redazione ANSA ROMA

L'italiana Mixer Cocktails annuncia la vendita di una quota di maggioranza alla francese La Martiniquaise-Bardinet (Lmb), gruppo indipendente di spirits tra i primi 10 al mondo fondata nel 1934. Il marchio Mixer è di proprietà dell'omonima azienda con sede a Argelato (Bo) ha un fatturato di 5 milioni di euro, esportando in 50 Paesi. Lmb vanta molti brand di proprietà tra cui quelli che fanno parte del Milionarie Club (più di 1 milione di casse da 9 litri vendute ogni anno) ed è tutt'oggi un gruppo indipendente di proprietà famigliare, un dettaglio importante che ha convinto la famiglia Salmi a cedere il controllo di Mixer.

L'acquisizione del pacchetto di maggioranza della società è stata realizzata tramite la società italiana del gruppo, la società Dilmoor-Perlino S.p.A., realtà aziendale storicamente affermata con sedi a Bergamo e Asti, leader nella produzione e commercializzazione di distillati, liquori, sciroppi, vini, spumanti e vermouth, principalmente distribuiti nella grande distribuzione. La scelta del partner industriale è stata valutata con grande attenzione, dichiarano Diego e Marco Salmi, precisando che "la notorietà del Gruppo Lmb e la solidità della compagine italiana Dilmoor-Perlino hanno rappresentato due fattori di scelta preferenziale per assicurare la continuità di gestione". Questa operazione si inquadra nella più ampia strategia di La Martiniquaise di sub-consolidamento della sede italiana Dilmoor-Perlino per rafforzarne ulteriormente la presenza e distribuzione dei brand di gruppo sul canale Horeca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie