'Cura del canguro' diritto dei prematuri anche in era Covid

Neonatologi,9 terapie intensive neonatali su 10 hanno continuato

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 14 MAG - Il contatto pelle-a-pelle è uno dei momenti essenziali per promuovere un sano sviluppo del neonato e per questo ogni bambino ha il diritto di beneficiarne sempre, anche in epoca Covid. E grazie alla sensibilizzazione da parte degli esperti, in 9 terapie intensive neonatali su 10 è stata garantita anche durante la pandemia. A sottolineare l'importanza della cosiddetta 'cura del canguro' per il corretto sviluppo dei neonati prematuri, alla vigilia della Giornata Mondiale della Kangaroo Mother Care del 15 maggio, sono la Società Italiana di Neonatologia (SIN) e il coordinamento associazioni dei genitori, Vivere Onlus.
    La Kangaroo Mother Care è il contatto pelle a pelle tra mamma o papà e il bambino appena nato, che viene tenuto nudo sul petto. Questo vero e proprio intervento terapeutico, efficace per promuovere il legame precoce tra genitori e neonato prematuro, contribuisce all'adattamento del piccolo alla vita fuori dall'utero, e porta diversi benefici. Consigliata anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, numerosi studi dimostrano che può ridurre la mortalità e i danni cerebrali dei neonati con peso alla nascita molto basso e promuovere il legame di attaccamento. La Sin ha promosso un'indagine, effettuata a febbraio-marzo 2021 alla quale hanno risposto 90 centri di Terapia Intensiva Neonatale (Tin). Ne è emerso che, in corso di pandemia Covid-19, nel 68% dei centri è stata praticata o incoraggiata la 'Cura del canguro', ridotta di durata o frequenza nel 31% dei centri, sospesa solo nell'1%. "È fondamentale fare di tutto per sostenere questa vicinanza, nonostante i problemi causati dal coronavirus, che hanno creato non poche difficoltà nell'organizzazione dei reparti", ricordano i neonatologi. In quest'ottica Sin e Vivere Onlus hanno supportato le Terapie intensive neonatali ed i genitori a non rinunciare al contatto skin to skin, prescrivendo nuove regole, come l'ingresso di un solo genitore alla volta e l'utilizzo di mascherine. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA