Potenziare ruolo ostetriche riduce morti materne e neonatali

"Segui i dati" è slogan della Giornata internazionale

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 05 MAG - Valorizzare il ruolo delle ostetriche nell'assistenza della donna e della sua famiglia nel periodo precedente e successivo alla nascita di un figlio può ridurre del 67% le morti materne e del 64% le morti neonatali, entro il 2035 nel mondo. A rilanciare i dati pubblicati lo scorso dicembre sulla celebre rivista Lancet Global Health, è la Federazione Nazionale degli Ordini delle ostetriche (Fnopo) in occasione della Giornata internazionale di questa professione, che si celebra il 5 maggio.
    "Segui i dati investi nelle ostetriche" è infatti lo slogan coniato per la celebrazione del 2021 dall'International Confederation of Midwives, che invita a focalizzare l'attenzione sulle evidenze scientifiche che dimostrano come investire nelle Ostetriche migliori gli esiti di salute materne e neonatali.
    "Questi risultati - spiga la Fnopo in una nota - non si riferiscono solo ai Paesi a basso reddito, poiché anche in Occidente i modelli di assistenza a gestione autonoma dell'ostetrica/o sono associati a riduzione dei parti pre-termine, delle morti fetali e degli interventi ostetrici".
    Sebbene non manchino le evidenze scientifiche in merito, "spesso però mancano i fatti della politica". Prestare attenzione ai dati, sottolinea Silvia Vaccari, presidente Fnopo, in rappresentanza delle 21mila ostetriche italiane, "significa programmare e attuare politiche sanitarie e di welfare appropriate e sicure attraverso un maggiore investimento su questa professione per il suo ruolo strategico". Un modo per farlo, conclude Fnopo, è puntare sul modello di "Ostetrica di famiglia e di comunità" integrata nel servizio sanitario, con l'obiettivo di realizzare un presidio di assistenza continua che faccia da tramite tra consultori, servizi sociali, punti nascita, medici di medicina generale e pediatri. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA