Covid: Novelli (FI), rendere stabile calo incidenti stradali

Con pandemia meno veicoli in circolazione e meno sinistri

Redazione ANSA TRIESTE

(ANSA) - TRIESTE, 05 APR - "Non possiamo attendere un'altra pandemia per ridurre definitivamente il numero dei sinistri stradali e delle vittime: cogliamo l'occasione e cominciamo sin da ora a rivedere gli interventi sull'educazione stradale, a partire dai piani formativi delle scuole". A rivolgere l'appello ai ministri dell'Istruzione e delle Infrastrutture e Trasporti è il deputato di Forza Italia Roberto Novelli, che annuncia un'interrogazione parlamentare sul tema.
    "Tra i pochi effetti positivi prodotti dalle misure di contenimento del Covid vi è il crollo degli incidenti stradali e delle vittime, con un calo nei primi tre trimestri rispettivamente del 29,5 e del 26,3 per cento, cui si aggiunge la flessione del 32 per cento del numero dei feriti. Un dato di cui hanno beneficiato le compagnie di assicurazione e le finanze pubbliche, grazie alla riduzione dei risarcimenti danni e dei costi sanitari, ma soprattutto le 1788 persone in meno decedute a causa di incidenti.
    I lockdown e le chiusure delle discoteche e dei locali notturni - prosegue Novelli - hanno condotto a una diminuzione forzata di incidenti e vittime, ma sarebbe insensato non approfittare di questo momento per incentivare comportamenti virtuosi al volante e il miglioramento della sicurezza stradale. Lo Stato deve investire su questo aspetto e archiviare l'approccio fatalista, secondo cui la mobilità prevede inevitabilmente morti e feriti", conclude il deputato. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA