Mazda pronta a stupire con CX-90 e nuovo 6 cilindri in linea

Progetto controcorrente, scommette su futuro dei motori benzina

Redazione ANSA Roma

 Mazda ha annunciato un importante aggiornamento della sua gamma per il mercato Usa e in particolare la sostituzione dal 2023 del suo crossover CX-9 con un modello completamente inedito denominato CX-90, secondo un processo già utilizzato per il naming della CX-5 diventata CX-50.
    Nella breve dichiarazione che accompagna l'immagine teaser, la Casa automobilistica giapponese ha anticipato che il CX-90 "continuerà la filosofia Kodo Design di Mazda cioè quella infondere vita nel corpo del veicolo attraverso passione e precisione". Una promessa che si riferisce evidentemente anche alle nuove tecnologie, incluso un sistema di infotainment aggiornato.
    Nel crossover CX-9 debutterà anche la nuova motorizzazione 6 cilindri in linea, che originariamente avrebbe dovuto caratterizzare una versione aggiornata della Mazda6, che però è stata eliminata dalla gamma Mazda con la fine dell'anno modello 2021. Non è chiaro se il nuovo 'Inline 6' sarà disponibile solo nella versione a benzina ma è certo che per gli ultimi motori a combustione interna Mazda vorrà stupire con la sua capacità ingegneristica. Joachim Kunz, un membro senior dello sviluppo tecnico presso il centro di ricerca e sviluppo di Mazda in Europa, aveva dichiarato recentemente ad Automotive News "Questa sarà molto probabilmente l'ultima generazione di motori a combustione interna, quindi ci prepareremo per l'obiettivo previsto più arduo utilizzando soluzioni di post-trattamento".
    Il marchio giapponese conferma di credere che ci sia ancora posto nel regno automobilistico per un sei cilindri e in particolare per cilindrate attorno ai 3,0 litri. Sicuramente questa nuova unità supererà il turbo 4 cilindri da 2,5 litri del CX-9 che produce 250 Cv e potrebbe anche beneficiare di un sistema ibrido per abbattere consumi ed emissioni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie