Gb, in vigore nuovo Codice Strada che tutela utenti deboli

Migliorata sicurezza di chi si muove a piedi, in bici e cavallo

Redazione ANSA ROMA

 Da sabato entreranno in vigore in Gran Bretagna nuove norme che sono state inserite nel Codice della Strada per migliorare la sicurezza degli utenti più deboli, cioè delle persone che si muovono a piedi, in bicicletta e a cavallo.
    Quanto deciso dal Dipartimento per i trasporti e l'Agenzia per la sicurezza dei conducenti e dei veicoli è il risultato di una consultazione pubblica che si è svolta da luglio a ottobre 2020 e ha ricevuto più di 20mila risposte da parte del pubblico, delle imprese e di altre organizzazioni.
    Principale novità è la istituzione della cosiddetta 'gerarchia degli utenti della strada' con in cima a questa piramide le categorie che sono più a rischio. Ciò non elimina però la necessità che tutti si comportino in modo responsabile, che conoscano il Codice della Strada e che siano rispettosi degli altri utenti.
    È il caso dell'attraversamento dei pedoni, che hanno la precedenza e che devono essere rispettati da tutti, motociclisti e ciclisti compresi. Il Codice stabilisce nuove indicazioni su percorsi e spazi condivisi da persone che camminano, vanno in bicicletta e vanno a cavallo, compreso il fatto che i pedoni dovrebbero anche fare attenzione a non ostacolarle o metterle in pericolo.
    I ciclisti sono invitati ad esempio a non sorpassare da vicino o ad alta velocità persone a piedi, a cavallo o alla guida di un veicolo trainato da cavalli. Devono rallentare quando necessario e segnalare la loro presenza alle persone che camminano tenendo conto che i pedoni possono essere sordi, ciechi o ipovedenti.
    Durante la pedalata viene stabilito che occorre guidare al centro della corsia riservata mantenendo una distanza di almeno 0,5 metri lontano dal bordo del marciapiede quando il ciclista si trova su strade trafficate da veicoli che si muovono velocemente. Norme più precise regolano il passaggio in bicicletta di fianco a veicoli parcheggiati. I ciclisti dovranno fare attenzione a lasciare abbastanza spazio (larghezza di una porta o 1 metro) per evitare di essere colpiti se viene aperta l'auto.
    Gli automobilisti e i guidatori di mezzi più grandi - precisa il nuovo Codice - potranno attraversare la doppia linea bianca, a condizione che la strada sia libera, quando devono sorpassare persone in bicicletta o a cavallo che viaggiano a una velocità non superiore a 30 km/h.
    Viene inoltre regolamentato il sorpasso delle code di auto in attesa agli incroci o ai semafori da parte dei cliclisti: la manovra è permessa sia a destra che sinistra, ma procedendo con cautela soprattutto quando si decide di passare camion o altri veicoli di grandi dimensioni. Oltre ad una serie di indicazioni sulle modalità di 'convivenza' tra ciclisti, motociclisti e pedoni (compresi coloro che si muovono a cavallo) il Codice che entra in vigore in Gb stradali oi segnali stradali non indichino diversamente.
    Alle persone in bicicletta viene chiesto di fare attenzione alle persone che guidano con l'intenzione di svoltare lungo il loro percorso, poiché le persone che guidano potrebbero non essere in grado di vederle. Infine le modifiche prendono in esame le manovre di parcheggio e l'uscita dalle auto. Viene consigliata la manovra detta Dutch Reach, cioè l'apertura della porta con il braccio più lontano, perché questo provoca la rotazione del busto e quindi più attenzione ad eventuale ciclisti che stanno arrivando. Laddove le persone alla guida oi passeggeri di un veicolo siano in grado di farlo, dovrebbero aprire la portiera usando la mano sul lato opposto alla portiera che stanno aprendo.
    Per la prima volta, il Codice include una guida sull'utilizzo dei punti di ricarica per auto elettriche. Viene richiesto di parcheggiare il più possibile vicino alla presa per evitare di creare pericolo con i cavi. E' consigliato (ma non richiesto) di mostrare un segnale di avvertimento e infine di riporre ordinatamente cavi e connettori per ridurre al minimo il pericolo per gli altri utenti della strada.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie