Stellantis: 33 mln in centri ingegneria a Torino e Michigan

Investimenti in sperimentazione d'avanguardia

Redazione ANSA TORINO

Stellantis investe 33 milioni di euro in centri di sperimentazione dedicati all'ingegneria d'avanguardia in tutto il mondo. Il Centro sicurezza di Orbassano (Torino) è stato integrato con processi di ingegneria digitale ed è stato aggiornato per ospitare quattro piste di prova con quattro punti di impatto, testare a fondo le vetture elettriche a batteria (Bev) e le tecnologie di guida automatizzata per auto, camion e veicoli commerciali leggeri. La galleria del vento di Auburn Hills, in Michigan, aggiunge la tecnologia del piano mobile per misurazioni aerodinamiche ancora più accurate.    

I 5 milioni di euro investiti per l’ammodernamento del Centro Sicurezza di Orbassano consentono di testare tutti i tipi di vetture elettrificate: mild hybrid, plug-in hybrid e auto elettriche a batteria. Attualmente la struttura esegue almeno due crash test al giorno e si prevede testerà oltre 275 veicoli elettrificati quest’anno. I modelli esaminati a Orbassano possono essere certificati come conformi a oltre 175 standard tecnologici e di sicurezza internazionali. La zona dedicata allo studio degli impatti delle piste di prova è dotata di un blocco mobile Messring per i test di impatto frontale e laterale. Il Centro esegue alcuni dei test più impegnativi del settore, tra cui lo small overlap test lato passeggero utilizzato dall’Insurance Institute for Highway Safety.

“I nostri centri tecnologici di livello mondiale - spiega Harald Wester, chief engineering officer di Stellantis- svolgono oggi il lavoro che renderà i veicoli Stellantis di domani leader del settore per capacità, prestazioni e sicurezza. La nostra comunità di ingegneri è animata dal talento, dalla diversità e da una mentalità internazionale, e stiamo lavorando assiduamente con le altre funzioni globali, come i nostri colleghi Monozokuri, per dare nuovo slancio alla nostra opera di trasformazione tecnologica. Questo ci offre una panoramica completa delle sfide che ci attendono e ci consente di valutare e perfezionare un ventaglio completo di soluzioni di mobilità che ci porrà ai primi posti nella corsa all’innovazione e al miglioramento”.

L’attuale impianto di prova aerodinamico presente ad Auburn Hills genera velocità del vento fino a 225 km/h. Il piano mobile in corso di installazione, parte di un impegno stimato di 85 milioni di dollari incluso nel contratto 2019 dell’azienda con United Auto Workers, dovrebbe diventare operativo nel 2024. Questa capacità aggiuntiva andrà a integrare la galleria del vento aeroacustica di classe mondiale di Auburn Hills, elemento fondamentale di una rete globale di centri all’avanguardia già dotati di tecnologia a piano mobile, tra cui due strutture in Europa.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie