Autobus elettrico Cop26 inizia roadshow a Glasgow

Il veicolo è alimentato con batterie a tecnologia cinese

ANSA-XINHUA

Un autobus completamente elettrico a marchio Cop26, realizzato congiuntamente da produttori cinesi e britannici, sta compiendo un viaggio di 11 giorni da Londra a Glasgow. Il tour chiamato 'Road to Renewables' (la strada verso le rinnovabili) è partito dal deposito di Northumberland Park, a nord di Londra, uno dei più grandi magazzini di ricarica notturna per autobus elettrici in Europa. Il veicolo è un autobus a due piani interamente elettrico costruito in Gran Bretagna dal produttore cinese di auto a energia pulita Byd e dal più grande produttore di autobus e pullman del Regno Unito, Alexander Dennis Limited (Adl). Il mezzo ha un'autonomia di 160 miglia (circa 257 chilometri), il che significa che potrebbe andare da Londra a Sheffield con una sola carica. È l'autobus elettrico a due piani più venduto nel Regno Unito e uno dei 1.000 autobus elettrici Byd-Adl già in circolazione o disponibile su ordinazione. L'autobus raggiungerà Glasgow tre giorni prima dell'inizio della conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici Cop26 nella città scozzese. Durante il tour, i partecipanti incontreranno gli ingegneri ambientali del parco eolico offshore da 500MW di Greater Gabbard, il punto più orientale del Regno Unito, così come le imprese e le autorità locali responsabili della decarbonizzazione di città come Oxford e Peterborough.
Una flotta di veicoli elettrici a un piano di Adl-Byd servirà da navetta per i delegati partecipanti alla conferenza Cop26. Trudy Harrison, Sottosegretario di Stato al Dipartimento dei Trasporti, ha affermato che l'evento di lancio del tour in autobus di lunedì, a ridosso della Cop26, è stato "un meraviglioso esempio della collaborazione e dell'innovazione" necessarie per raggiungere gli obiettivi in termini di emissioni. Il governo britannico ha recentemente promesso ulteriori investimenti per sostenere il passaggio a veicoli più puliti. Paul Davies, presidente e amministratore delegato di Adl, ha riferito a Xinhua che lavorando con Byd, una delle più grandi aziende di batterie al mondo, è riuscito a introdurre la tecnologia leader mondiale nel Regno Unito e accelerare i programmi di emissioni zero per gli autobus a energia pulita. "Prima di Byd la tecnologia delle batterie per autobus nel Regno Unito era molto arretrata", ha spiegato Davies, "la Cina è stata il punto di partenza per i veicoli a nuova energia. Siamo molto orgogliosi di collaborare con loro qui nel Regno Unito nel settore degli autobus elettrici".
Davies ha continuato dicendo che la cooperazione è stata molto fruttuosa: le due aziende hanno realizzato 500 consegne di autobus elettrici dal 2016 ed entro la fine di quest'anno la cifra arriverà a 1.000, il che è un risultato "incredibilmente veloce". Gli autobus a energia verde svolgono anche un ruolo importante nel raggiungimento degli obiettivi a zero (emissioni) nette, sostenendo migliaia di posti di lavoro qualificati nel settore green.
"I nostri autobus a zero emissioni costruiti in Gran Bretagna. non solo possono ridurre l'inquinamento atmosferico locale e sostenere la transizione verso la rete zero, ma danno anche l'opportunità all'industria manifatturiera degli autobus di prosperare", ha aggiunto Davies.
Frank Thorpe, Managing Director di Byd Uk, ha riferito che Byd ha consegnato oltre 68.000 eBus in tutto il mondo: "Crediamo in un approccio collaborativo e lavoriamo in partnership con organizzazioni che condividono la nostra vision. È attraverso queste collaborazioni win-win con una serie di partner locali, che portiamo la nostra tecnologia pionieristica delle batterie e contribuiamo continuamente a un futuro a zero emissioni." (XINHUA)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie