Suzuki GSX-S1000, street-fighter per 'quasi' tutti

DNA corsaiolo per nuova arrivata che strizza l'occhio al comfort

Redazione ANSA MILANO

Anima da street-fighter ma approccio al divertimento per tutti i motociclisti, o quasi. La nuova, perché tante sono le nuove soluzioni adottate, Suzuki GSX-S 1000, nasce con l'obiettivo di mantenere il DNA da super sportiva, ma mediando in termini di confort e possibilità di utilizzo per una larga fetta di motociclisti. Magari non proprio tutti, se alle prime armi, visto il motore 1000 a quattro cilindri in linea che comunque assicura prestazioni di un certo livello, ma l'obiettivo del raggiungere il target più vasto dei motociclisti, in Suzuki l'hanno espresso apertamente.

 

 

Rinnovata nel design che la rende 'tagliente' al punto giusto, nell'aerodinamica che strizza l'occhio alla pista e nella ciclistica, la GSX-S 1000 è il nuovo capitolo diurna storia nata nel 2015 con la prima arrivata sul mercato. Oggi, a sei anni di distanza, la maxi naked di Hamamatsu si rinnova e rivoluziona ancora il segmento. Spiccata la personalità estetica, con una linea atletica che lascia intuire le performance di cui è capace la moto. futuristico il faro a LED esagonali sovrapposti che rende questa Suzuki subito riconoscibile e diventa l'emblema delle tante tecnologie adottate ad Hamamatsu. Colorazioni disponibili, tre. Il colore di lancio è il Blu che richiama l'identità Suzuki e il suo impegno nel motorsport. In alternativa c'è l'inedito Grigio Mat e il grintoso Nero. Tutti gli esemplari per l'Italia sono equipaggiati di cover monoposto in tinta e possono essere personalizzati grazie a un ricco catalogo di accessori originali. La GSX-S1000 eredita il motore e il carattere della plurivittoriosa stirpe GSX-R e alcune soluzioni sviluppate per le competizioni della MotoGP con l'adattamento all'utilizzo stradale.
    Il quattro cilindri Suzuki è omologato Euro 5 e guadagna un'erogazione più corposa e regolare, con una coppia più generosa ai bassi e ai medi regimi e una maggior propensione all'allungo. In termini motociclisti, aumenta la 'schiena' della moto in generale. sul fronte della tecnologia al servizio della guida, per esperti o meno, la nuova arrivata ha praticamente tutto quello che serve e anche qualcosa in più. C'è il comando dell'acceleratore elettronico ride-by-wire che assicura una sensibilità eccezionale e s'interfaccia con il Suzuki Drive Mode Selector (SDMS). C'è, con cinque settaggi previsti, il nuovo Suzuki Traction Control System (STCS), come il nuovo sistema 'Cambiarapido' - Bi-directional Quick Shift System, grazie al quale si può passare al rapporto superiore o a quello inferiore senza bisogno di usare la frizione. Entrambi quesi ultimi sono anche disattivatili. La GSX-S1000 monta di serie anche i sistemi Suzuki Easy Start e Low RPM Assist, che rendono più agevoli avviamenti e partenze. Aumenta anche il comfort, grazie al manubrio che si allarga di 23 mm e che si avvicina al piano della sella per 20 mm, a sua volta ridisegnata per offrire un maggior supporto nella zona posteriore. Postura eretta, quindi, eretta e 'quasi' da supermotard, che migliora il senso di padronanza e il comfort, complice un braccio di leva più favorevole nelle manovre da fermo e a velocità ridotta. Le prime consegne sono in programma per il mese di giugno, ma prima di allora gli appassionati potranno vedere la moto in occasione delle tappe GSX-S1000 Première Show, un roadshow che prevede 17 eventi esclusivi presso altrettanti concessionari ufficiali della rete Suzuki. La nuova GSX-S1000 sarà proposta ad un prezzo di listino di 13190 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie