DS Automobiles punta su elettrico e rinnovo della gamma

Béatrice Foucher Ceo brand 'al lavoro sul rapporto col cliente'

Redazione ANSA Roma

Seguire professionalmente la vita di un'automobile premium, attraverso le tante sfaccettature del rapporto con cliente, e soprattutto accompagnarla nella sua evoluzione, per renderla ancora più competitiva e - se possibile - vincente, non è cosa da poco. Lo sa bene Béatrice Foucher Ceo del brand DS Automobiles che, a margine della presentazione della DS 7, ha dettagliato ad ANSA il momento 'magico' della marca da lei guidata e le tante aspettative relative ai prossimi modelli ed all'arrivo nel 2024 della prima DS 100% elettrica.
    "Lavoriamo su tutti gli aspetti - ha detto - compresi quelli che appaiono meno evidenti. E' il caso della nuova denominazione di DS 7. Eliminando Crossback abbiamo voluto semplificare il rapporto con il cliente, essere più diretti, e valorizzare il nostro brand DS Automobiles, assieme al badge e-Tense che per noi è molto importante".
    Béatrice Foucher ha anche ribadito come questo lancio faccia perte dell'ambizioso programma di crescita di DS: "nel 2024 porteremo sul mercato il nostro primo modello 100% elettrico, uno step decisivo per il nostro futuro". La responsabile di DS Automobiles ha spiegato che "DS 7 Crossback era la seconda più 'vecchia' nella gamma e che era dunque arrivato il suo turno per essere aggiornata ed adeguata al mercato. "Applicheremo questo principio - ha detto - anche a DS 3. che sarà la nostra prossima novità".
    DS 7 verrà consegnata in Italia e negli altri principali mercati (Cina esclusa) fra metà settembre e i primi di ottobre, ma gli ordini "partiranno giù in estate quando avremo i prezzi".
    Sul problema dei listini Béatrice Foucher ha puntualizzato spiegando che "la crescita dei costi dei materiali ci obbligherà forse a ritoccarli verso l'alto" ma i clienti assieme a DS 7 acquisteranno anche il vasto mondo dei servizi della marca "che sono un ulteriore punto di forza di DS Automobiles".
    Infine, la gamma motori: le previsioni per questa nuova generazione della DS 7 indicano che gli ibridi benzina potrebbero arrivare al 60%, ma "resterà sempre importante la quota dei turbodiesel, attorno al 30%, "Questo soprattutto in Paesi come l'Italia e la Spagna in cui le motorizzazioni a gasolio sono le preferite da chi usa la propria DS per lavoro e per viaggi su lunghe distanze". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie