Bei: 3,4 miliardi finanziamenti per il clima e l'energia

Anche per trasporti sostenibili, comunicazioni e l'acqua

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 26 APR - La Banca europea per gli investimenti ha approvato 3,4 miliardi di euro di nuovi finanziamenti che "accelereranno il passaggio alle energie rinnovabili e ai trasporti sostenibili, all'innovazione aziendale, al miglioramento degli alloggi, all'istruzione e alle comunicazioni.
    Nel dettaglio - viene precisato in una nota - verranno destinati 2 miliardi di euro per aumentare l'uso delle energie rinnovabili; 700 milioni per il trasporto sostenibile; 720 milioni per la ricerca aziendale, l'innovazione e gli investimenti delle imprese; 837 milioni per investimenti urbani, alloggi, istruzione e comunicazioni.
    "La trasformazione verde dell'economia globale prende velocità. I progetti di energia verde e di trasporto sostenibile approvati dalla Bei - ha affermato Werner Hoyer, Presidente della Bei - la banca europea per il clima, dimostrano oggi la visione, l'ambizione e il partenariato necessari per ridurre le emissioni di gas a effetto serra in questo decennio e oltre.
    Sono entusiasta che questa settimana l'Unione europea abbia accettato di essere neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050. Domani il presidente Biden ospiterà i leader mondiali e rinnoverà la determinazione condivisa di combattere la crisi climatica. Il ritorno degli Stati Uniti alla comunità dei paesi impegnati negli obiettivi dell'Accordo di Parigi e nell'azione per il clima è una notizia estremamente gradita, un passo essenziale e urgente per moltiplicare l'effetto delle azioni individuali attraverso la cooperazione globale ".
    Tra i 32 progetti ammessi al finanziamento, quattro sono in Italia. Tra questi ci sono 150 milioni di euro per la riqualificazione energetica dei condòmini di Snam finalizzati a ridurre l'inquinamento atmosferico, creare posti di lavoro e migliorare il potere d'acquisto delle famiglie e 126 milioni di euro per costruire 281 nuove unità abitative e ristrutturarne oltre 6.050 nella provincia di Bolzano, con particolare attenzione all'efficienza energetica.
    Ci sono inoltre 230 milioni per i datacentre di Telecom Italia in Italia e in Grecia e 100 milioni a Dolomiti Energia per l'ampliamento, l'ammodernamento e il potenziamento della rete elettrica, la ristrutturazione delle centrali idroelettriche e il miglioramento dell'efficienza operativa delle reti idriche.. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA