ANSAcom
ANSAcom

Tim, con Women Plus sostegno concreto al lavoro delle donne

Labriola, un'app con offerte di impiego

ROMA ANSAcom

Offerte di lavoro, percorsi formativi mirati, analisi del profilo della persona, news sul mondo dell'occupazione e talk ispirazionali. Sono i servizi di punta del progetto Women Plus, che Tim ha presentato in occasione della 4 Weeks 4 Inclusion, la maratona di 4 settimane sui temi dell’inclusione e della valorizzazione delle diversità che coinvolge oltre 300 partner.

Al centro dell’iniziativa c'è la creazione di un’applicazione, gratuita, scaricabile a partire da aprile. Il progetto sostiene concretamente l’occupazione e l’empowerment femminile e si propone di accelerare il raggiungimento della parità di genere. Interviene così su una situazione già critica prima della pandemia e ulteriormente aggravata negli ultimi anni. Le donne attive, in Italia, sono solo il 48,3% con un posizionamento al 26esimo posto nell’Unione Europea, secondo i dati illustrati durante la presentazione del progetto.

Inoltre le donne rappresentano la maggioranza dei Neet (il 56%), i ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non sono né occupati né inseriti in un percorso di istruzione o di formazione. La situazione è particolarmente grave per le donne con figli piccoli che vivono al Mezzogiorno, come evidenzia l'economista Azzurra Rinaldi, tra le quali il tasso di occupazione scende al 35%. L'app si rivolge alle donne non occupate, a quelle in cerca di una nuova occupazione o di nuove competenze trasversali per lanciarsi o rilanciarsi nel mondo del lavoro, alle Neet e alle studentesse degli ultimi anni delle scuole superiori e delle università che vogliono orientarsi nel mondo del lavoro.

È spesso in questo momento che si inizia a costruire un divario rispetto agli studenti con solo il 22% delle ragazze che sceglie corsi universitari nelle materie scientifico-tecnologiche Stem. “Crediamo che la diversità e l'inclusione siano valori importanti, Tim è tra le aziende con il maggior numero di donne nel consiglio di Amministrazione.

Vogliamo rendere l’Italia competitiva in Europa grazie al contributo di donne e uomini e fare in modo che non siano l’età, il genere, la provenienza geografica o il desiderio di genitorialità a creare opportunità di lavoro reali, ma i loro desideri”, ha dichiarato l'amministratore delegato di Tim, Pietro Labriola. Con Women Plus l'a.d. vuole “dare una risposta a tutte le donne che cercano di comprendere quali sono i posti di lavoro a disposizione, quali sono le competenze che il mercato richiede e dove possono trovare corsi di formazione”.

"Abbiamo deciso insieme ad altre 200 aziende che era il momento di non aspettare che i problemi fossero risolti da qualcun altro, ma dare il nostro contributo per risolverli", spiega Labriola sottolineando: "facciamo parte di un ecosistema che non si cambia da solo, ma cambia se ognuno di noi inizia a fare, all'interno delle proprie capacità e del proprio coraggio, i cambiamenti per avviare un percorso più virtuoso".

Secondo l'amministratore delegato di Tim servono nuovi modelli di riferimento e l'app mostrerà storie esemplari e motivazionali e percorsi di mentoring, in collaborazione con l'imprenditrice brasiliana Fabi Saad, che anima il progetto ‘Mulheres Positivas’, sostenuto da Tim in Brasile.

"Dobbiamo dimostrare che ci sono modelli altrettanto virtuosi e che creano altrettanta soddisfazione nelle persone, che non necessariamente sono quelli del calciatore famoso, dell’attrice, della cantante", dice Labriola ricordando che "c'è un problema disponibilità di posti di lavoro e assenza di persone che sono disponibili per questi lavori". A questo tema si affianca la prospettiva necessaria della formazione continua. "Il futuro è fatto dalla necessità di cambiare costantemente le proprie competenze perché questo è un mondo che viaggerà sempre più rapido".

In collaborazione con:
Tim

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie