04:12

Rosenstein pronto a dimissioni da giorni

Kelly scettico teme per presidente. Le ultime ore di 'panico'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - NEW YORK, 25 SET - Il vice ministro della giustizia americano, Rod Rosenstein, pensa alle sue dimissioni da giorni: le aveva offerte già venerdì scorso al capo dello staff della Casa Bianca, John Kelly, che aveva però sollevato dubbi. Lo rivela il New York Times, svelando il dietro le quinte delle ultime ore di panico della Casa Bianca. Durante il fine settimana, Rosenstein aveva ribadito a Kelly la sua posizione, poi, domenica, ne aveva parlato con il consigliere legale della Casa Bianca Donald McGahn. Alle prese con l'emergenza del giudice scelto da Donald Trump per la Corte Suprema, McGahn aveva chiesto al vice ministro di posticipare la discussione al riguardo fino a lunedì. Rosenstein ha atteso con pazienza, poi alle nove del mattino di lunedì ha iniziato a ricevere telefonate di giornalisti che gli chiedevano una conferma delle sue dimissioni: da qui la corsa alla Casa Bianca pronto a dimettersi nella convinzione che Trump lo avrebbe licenziato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

04:07

Borsa: Shanghai apre a -0,80%

In calo anche anche lo Shenzhen, a -0,74%

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PECHINO, 25 SET - Le Borse cinesi aprono la seduta in territorio negativo all'indomani al ritorno agli scambi dopo il weekend lungo per la festività dell'Equinozio d'autunno: le incertezze sullo scontro commerciale tra Usa e Cina, all'indomani dell'entrata in vigore del nuovo ciclo di dazi reciproci, pesano sull'indice Composite di Shanghai che apre la seduta in calo dello 0,80%, a 2.775,07 punti, mentre quello di Shenzhen cede lo 0,74%, a quota 1.434,45.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

03:17

Trump vede Macron, colloqui Siria e Iran

I due leader si sono impegnati a lavorare per le sfide globali

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - NEW YORK, 25 SET - Il presidente Donald Trump ha parlato di Siria, Iran e di scambi commerciali con il presidente francese Emmanuel Macron a margine dei lavori dell'Onu. I due leader, afferma la Casa Bianca, si sono impegnati a lavorare in modo coordinato per affrontare le sfide globali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

02:30

Brasile: sondaggio, Haddad batte Bolsona

Al primo turno, solo 6 punti separano i due candidati

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - SAN PAOLO, 25 SET - Fernando Haddad, l'erede politico di Lula da Silva, accorcia la distanza che lo separa da Jair Bolsonaro, che resta sempre in testa alle intenzioni di voto ma, per prima volta, perderebbe al secondo turno contro il candidato del Partito del Lavoratori.
    Questo il risultato del sondaggio diffuso stasera in Brasile dalla Ipobe, che attribuisce a Bolsonaro il 28% dei voti - la stessa percentuale rilevata quattro giorni fa - mentre Haddad raggiunge il 22%, con un aumento del 4%.
    Haddad, che finora tutti i sondaggi davano perdente o in pareggio virtuale con Bolsonaro al ballottaggio, questa volta è dato vincitore al secondo turno, e con 6 punti di vantaggio, 43 a 37%.
    L'inchiesta Ibope conferma il sorpasso di Haddad su Ciro Gomes (centrosinistra), che resta arenato all'11%, il mancato decollo di Geraldo Alckmin (centrodestra), che non riesce a raggiungere il 10%, e il tonfo dell'ambientalista Marina Silva, passata dal 12 al 5% in meno di un mese.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

02:22

Libia: Mogherini, 'Ue unita su voto'

'Servono condizioni per far uscire paese da crisi'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - NEW YORK, 25 SET - "Non è tanto una questione di date, prima sarà meglio sarà, ma è una questione di arrivare alle elezioni in Libia con le condizioni perché il voto possa servire al paese per uscire dalla situazione in cui è": lo ha detto l'Alto Rappresentante degli Affari Esteri dell'Ue, Federica Mogherini, parlando al termine del vertice dei ministri dell'Ue, tenutosi a New York a margine dell'Assemblea Generale Onu. "La posizione dell'Ue - ha precisato Mogherini - è chiara e unita, le elezioni sono un momento fondamentale", ha precisato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

02:18

Borsa: Tokyo, apertura piatta (+0,01%)

Cambi: yen stabile su dollaro ed euro

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - TOKYO, 25 SET - La Borsa di Tokyo inizia gli scambi senza variazioni nel primo giorno della settimana, dopo la festività di ieri, in scia all'incertezza politica all'interno dell'amministrazione a Washington, e i timori di nuovi scontri commerciali a livello internazionale tra Cina e Stati Uniti.
    Il Nikkei apre piatto (+0,01%) a quota 23.872,77. Sul mercato valutario lo yen perde leggermente terreno sul dollaro a 112,70, e sull'euro a quota 132,50.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

02:07

Kavanaugh: Non perfetto, ma dico verità

Giudice respinge le accuse, giovedì audizione in Senato

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - NEW YORK, 25 SET - "Non sono perfetto, ma sto dicendo la verità". Lo afferma Brett Kavanaugh, il giudice scelto da Donald Trump per la Corte Suprema, in un'intervista a Fox respingendo le accuse di aggressione sessuale e in vista dell'audizione di giovedì in Senato con una delle sue accusatrici.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

02:03

Leonardo con Boeing, elicotteri a USAF

Programma da 2,4mld dlr. Profumo,grande risultato, partner forte

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - WASHINGTON, 25 SET - La U.S. Air Force (USAF) ha scelto l'elicottero MH-139, basato sull'AW139 di Leonardo e offerto da Boeing in qualità di prime contractor, per la sostituzione della flotta di UH-1N "Huey". Il programma ha un valore di circa 2,4 miliardi di dollari e comprende fino a 84 elicotteri, sistemi di addestramento e il relativo equipaggiamento per il supporto logistico.
    Gli elicotteri saranno destinati alla protezione delle basi dei missili balistici intercontinentali e al trasporto di personale governativo e delle forze speciali, con l'ingresso in servizio dei primi elicotteri atteso a partire dal 2021. "Questo straordinario risultato è per noi motivo di grande orgoglio. Clienti di primaria importanza continuano a fare affidamento su Leonardo, perché capace di rispondere ai loro più esigenti requisiti" afferma l'amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

01:46

Coree: Guterres vede Moon, loda impegni

Condiviso opinioni su prossimi passi verso denuclearizzazione

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - NEW YORK, 25 SET - Il segretario generale Onu Antonio Guterres ha incontrato a margine dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il presidente sudcoreano Moon Jae-in.
    Secondo quanto riporta il Palazzo di Vetro Guterres ha "lodato gli importanti impegni presi durante l'ultimo vertice inter-coreano e l'impegno di Moon nel processo". I due hanno "condiviso le loro opinioni sui prossimi passi da intraprendere verso la pace sostenibile e la denuclearizzazione completa e verificabile della penisola", e il segretario generale ha "assicurato il sostegno dell'Onu".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

01:16

Incendio a Calci, decine di evacuati

In fiamme bosco sul monte Serra. Sindaco: 'Impossibile spegnere'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - CALCI (PISA), 25 SET - Un vasto incendio di bosco sta minacciando alcune abitazioni a Calci, nel Pisano e il sindaco ha ordinato agli abitanti di lasciare le case. Sul posto stanno operando numerosi vigili del fuoco inviati anche dai comandi delle province limitrofe. Le fiamme sono state avvistate intorno alle 22 di ieri sul monte Serra e il fronte di fuoco è alimentato dalle raffiche di vento che soffiano sulla zona. "Operare per lo spegnimento - dice il sindaco Massimo Ghimenti - è impossibile. Chi vede il fuoco vicino ci contatti immediatamente ed esca di casa". Ghimenti precisa che è difficile, di notte, fare una stima dell'estensione dell'incendio, ma sicuramente si tratta di una "porzione enorme del bosco". Impegnati Vigili del fuoco e volontari della protezione civile. Le fiamme sono visibili a chilometri di distanza. Moltissimi abitanti di Calci si sono riversati in strada e stanno affollando la piazza del municipio. Aperti la palestra e il Comune per ospitare le persone evacuate.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

00:23

Stop a rimpatrio per 45 tunisini

Restano in Italia, mancherebbe l'autorizzazione da Tunisi

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PALERMO, 25 SET - Quarantacinque migranti tunisini, che dovevano essere rimpatriati oggi da Palermo a Tunisi, sono rimasti in Italia perché l'autorizzazione al rimpatrio dalla Tunisia non sarebbe arrivata. I migranti erano stati trasferiti dal centro trapanese di Milo all'aeroporto Falcone Borsellino, dove sono rimasti per ore. Ma alla fine non è stato possibile il rimpatrio in Tunisia. A 5 tunisini sono stati notificati i fogli di via e dovranno lasciare l'Italia in 7 giorni. Gli altri 40 sono stati riportati a Trapani. Una settimana fa, a Torino, si è verificata una vicenda simile, ma in quel caso l'aereo per il rimpatrio di diciassette tunisini non era partito a causa di un guasto al motore. Ieri il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, aveva ribadito la data del suo viaggio in Tunisia, previsto giovedì prossimo, dove incontrerà il presidente e il ministro degli Interni tunisini.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA