13:37

Putin, vorremmo accordi che escludano espansione Nato a est

'Nostri diplomatici negozino garanzie solide di sicurezza'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - MOSCA, 01 DIC - Nel corso del dialogo con Usa e Nato, la Russia insisterà sul raggiungimento di accordi che escludano un'espansione a est della Nato: lo ha detto il presidente russo, Vladimir Putin, ripreso dall'agenzia Interfax.
    "I nostri diplomatici attualmente hanno il compito prioritario di ottenere garanzie di sicurezza solide, affidabili e a lungo termine. Insisteremo nel corso del dialogo con gli Stati Uniti e i loro alleati sull'elaborazione di specifici accordi che escludano qualsiasi tipo di ulteriore espansione a est da parte della Nato e il dispiegamento di armi che ci minaccino nelle immediate vicinanze del territorio russo", ha detto Putin, ripreso da Interfax. Secondo Interfax, Putin ha invitato "ad avviare negoziati sostanziali su questo tema".
    (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    13:35

    Etiopia: forze fedeli al governo riconquistano Shewa Robit

    E altre cittadine che erano sotto controllo dei ribelli tigrini

    Chiudi  (ANSA)

    (ANSA-AFP) - ADDIS ABEBA, 01 DIC - L'Etiopia ha dichiarato oggi che le forze del governo federale hanno riconquistato Shewa Robit, cittadina a 220 chilometri da Addis Abeba, dopo che i ribelli del Tigrè avevano dichiarato di averne preso il controllo la scorsa settimana nella loro avanzata verso la capitale.
        Il portavoce del governo, Legesse Tulu, ha detto che Shewa Robit è tra le piccole città riprese dalle forze fedeli al primo ministro, Abiy Ahmed, che la scorsa settimana ha annunciato che sarebbe andata al fronte per guidare i soldati in prima linea nella guerra che contrappone le due parti da oltre un anno.
        Legesse ha affermato ai media di Stato che le cittadine e i loro dintorni "sono state liberate dai terroristi del Tplf", riferendosi al gruppo Fronte popolare di liberazione del Tigrè.
        Il governo "in breve tempo" riconquisterà anche le città di Dessie e Lalibela, ha aggiunto.
        Gli Stati Uniti hanno apertamente criticato la gestione della guerra da parte di Abiy, Nobel per la Pace 2019 per la storica mossa di aver messo fine all'ostilità con l'Eritrea e considerato alla sua ascesa come riformatore ed alleato chiave.
        Cina e Russia, invece, sono state più caute.
        Il ministero degli Esteri etiopico oggi ha pubblicato su Twitter immagini di una conferenza stampa del consigliere di Stato e ministro degli Esteri cinese, Wang Yi il quale, durante la sua visita nel Paese del Corno d'Africa, ha detto che "la Cina si oppone a qualsiasi ingerenza negli affari interni dell'Etiopia". (ANSA-AFP).
       

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      13:15

      Von der Leyen, è tempo di discutere l'obbligo vaccinale

      'Fino a due o tre anni fa non lo avrei mai pensato'

      Chiudi  (ANSA)

      (ANSA) - BRUXELLES, 01 DIC - "Fino a due o tre anni fa non lo avrei mai pensato ma è tempo di discutere sull'obbligo vaccinale". Lo sottolinea la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen nella conferenza stampa sull'emergenza Covid. (ANSA).
         

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        13:08

        Cina, accuse intelligence Gb sono mentalità da Guerra Fredda

        Capo MI6, 'contenimento minacce di Pechino la massima priorità'

        Chiudi  (ANSA)

        (ANSA) - PECHINO, 01 DIC - La Cina ha respinto le critiche del capo dell'intelligence britannica sir Richard Moore, secondo cui il contenimento delle minacce in arrivo da Pechino è "l'unica massima priorità", parlando di "mentalità da Guerra Fredda".
            Il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin ha accusato Moore di "distorcere deliberatamente i fatti e di diffamare le politiche della Cina", facendo leva su argomenti e parole "pieni di mentalità da Guerra Fredda con lo scopo di provocare lo scontro ideologico". Moore, a capo dell'MI6, il servizio d'intelligence britannico per l'estero, ha fatto ieri le sue osservazioni parlando all'Istituto internazionale per gli studi strategici di Londra (Iiss).
            La Cina, ha affermato il diplomatico, usa la sua influenza economica per cercare di "prendere all'amo" altri Paesi, erodendone di fatto la sovranità e ottenendo l'accesso a dati di importanza cruciale. Moore ha anche messo in guardia sui rischi che Pechino possa commettere "errori di valutazione" per un "eccesso di fiducia" e sul fatto che le attività di spionaggio cinesi includono il prendere di mira "coloro che lavorano nel governo, nelle industrie o in ricerche di particolare interesse". Gli agenti dell'intelligence cinese "cercano di sfruttare la natura aperta della nostra società, anche attraverso l'uso di piattaforme di social media per facilitare le loro operazioni". (ANSA).
           

          RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

          13:05

          Covid: Kyriakides, sarà un inverno impegnativo

          'Aumenta necessità vaccinare per rafforzare la nostra immunità'

          Chiudi  (ANSA)

          (ANSA) - BRUXELLES, 01 DIC - "L'elevata trasmissibilità della variante Delta, un gap immunitario significativamente elevato e l'allentamento degli interventi non farmaceutici ci regaleranno un inverno impegnativo". Lo afferma la commissaria europea alla Salute, Stella Kyriakides in una conferenza stampa sulle nuove misure Covid.
              "L'emergere di Omicron non fa che aumentare l'urgente necessità di vaccinare e rafforzare la nostra immunità al fine di spezzare le catene di trasmissione - aggiunge -. Dove necessario, devono essere introdotte misure di salute pubblica efficaci, compreso il distanziamento sociale e le mascherine.
              Dobbiamo agire rapidamente e con decisione per limitare la diffusione del virus e mitigarne l'impatto". (ANSA).
             

            RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

            12:55

            Ocse: Pil Italia verso 6,3%, poi al 4,6% nel 2022

            Debito al 150,4% nel 2022 al 148,6% nel 2023

            Chiudi  (ANSA)

            (ANSA) - PARIGI, 01 DIC - La forte ripresa del 6,3% realizzata dall'Italia nel 2021, con l'uscita dalle principali restrizioni legate al coronavirus, diminuirà progressivamente nel 2022 e nel 2023, con una crescita rispettiva del 4,6% e del 2,6%: è quanto si legge nelle Prospettive Economiche dell'Ocse presentate oggi a Parigi. Al livello mondiale, il Pil scenderà al 4,5% nel 2022 e al 3,2% nel 2023. Stessa tendenza nella zona euro, dove il Pil passerà dal 4,3% del 2022 al 2,5% del 2023.
                Il debito dell'Italia scenderà dal 154,6% del Pil nel 2021 al 150,4% nel 2022 al 148,6% nel 2023. (ANSA).
               

              RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

              12:53

              Omicron: Ue,non sappiamo tutto ma abbastanza da preoccuparci

              Von der Leyen: 'Corsa contro il tempo, ringraziamo il Sudafrica'

              Chiudi  (ANSA)

              (ANSA) - BRUXELLES, 01 DIC - "Ringrazio il Sudafrica per la velocità con cui ci hanno avvertiti" su Omicron. "Ci hanno dato l'opportunità di agire velocemente. Ogni giorno conta in questa situazione. L'Oms considera Omicron ad alto rischio, non conosciamo tutto di Omicron, ma sappiamo abbastanza da essere preoccupati. E' una corsa contro il tempo". Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.
                  (ANSA).
                 

                RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

                12:52

                L'Ue lancia il piano alternativo alla Via della Seta

                Global Gateway da 300 mld, 'progetti di qualità e trasparenti'

                Chiudi  (ANSA)

                (ANSA) - BRUXELLES, 01 DIC - La Commissione Ue lancia il piano Global Gateway da 300 miliardi distribuiti da qui al 2027.
                    "Con il Global Gateway facciamo un passo in più per appoggiare investimenti e infrastrutture nel resto del mondo. I Paesi hanno bisogno di partner di fiducia per conseguire progetti sostenibili, segnati da alta trasparenza e buona governance.
                    Vogliamo mostrare che un approccio democratico fondato sui valori può affrontare le sfide globali", sono le parole con cui la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen ha lanciato il piano, ritenuto alternativo a quello della Via della Seta sponsorizzato dalla Cina. (ANSA).
                   

                  RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


                  Modifica consenso Cookie