22:34

Texas: Nra attacca Biden sulla stretta al possesso di armi

'Autodifesa diritto umano fondamentale degli americani'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - WASHINGTON, 27 MAG - "Abolire il secondo emendamento non è la risposta, le proposte di Biden sul controllo delle armi limitano il diritto umano fondamentale degli americani di autodifendersi". Lo ha detto l'ad della National Rifle Association, Wayne LaPierre, parlando alla convention della lobby a Houston. "Non siamo d'accordo con Biden", ha aggiunto riferendosi alla frase del presidente sul fatto che il "secondo emendamento non è assoluto". "Eliminare il diritto all'autodifesa non è la risposta", ha ribadito. "Il governo federale non può legiferare contro il male", ha attaccato.
    (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    22:25

    Chiesa ortodossa Ucraina taglia tutti i legami con la Russia

    'Non siamo d'accordo con posizione patriarca Kirill su guerra'

    Chiudi  (ANSA)

    (ANSA) - KIEV, 27 MAG - La parte della Chiesa ortodossa ucraina ancora legata a Mosca afferma di aver tagliato tutti i legami con la Russia per l'invasione dell'Ucraina, dichiarando "piena indipendenza".
        "Non siamo d'accordo con la posizione del patriarca di Mosca Kirill... sulla guerra", ha affermato la chiesa in un comunicato dopo aver tenuto un consiglio incentrato sull'"aggressione" della Russia contro l'Ucraina, dove ha dichiarato la "piena indipendenza e autonomia della Chiesa ortodossa ucraina".
        La parte della Chiesa ortodossa ucraina che restava legata a Mosca aveva finora formalmente giurato fedeltà al patriarca russo Kirill, che ha espresso un chiaro sostegno all'offensiva del presidente Vladimir Putin in Ucraina. "Il Concilio condanna la guerra come una violazione del comandamento di Dio 'Non uccidere!' ed esprime le condoglianze a tutti coloro che stanno soffrendo nella guerra", si legge nel comunicato.
        Il consiglio ha anche lanciato un appello sia all'Ucraina che alla Russia affinché "continuino il processo negoziale" e trovino un modo per "fermare lo spargimento di sangue".
        Il portavoce della chiesa, l'arcivescovo Kliment, parlando con l'Afp ha affermato che il consiglio ha sottolineato il suo "rifiuto completo della posizione" del Patriarca Kirill "riguardo alla guerra". "Non solo non è riuscito a condannare l'aggressione militare russa, ma non è nemmeno riuscito a trovare parole per il popolo ucraino sofferente", ha detto.
        L'Ucraina è sotto la guida spirituale di Mosca da centinaia di anni, almeno dal 17/mo secolo. La mossa segna il secondo scisma ortodosso in Ucraina negli ultimi anni, con parte della Chiesa ortodossa ucraina che si era già staccata da Mosca nel 2019 a causa dell'annessione della Crimea alla Russia e del sostegno ai separatisti nella regione orientale del Donbass.
        Dallo scisma del 2019, c'è stata una profonda spaccatura all'interno della stessa Chiesa ortodossa ucraina, tra coloro che hanno preso la loro guida spirituale da Mosca e coloro che si sono separati, noti rispettivamente come Patriarcato di Mosca e Patriarcato di Kiev. (ANSA).
       

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      21:21

      Cannes: Un Certain Regard, a sorpresa vince un'opera prima

      Il francese Les Pires. Premio della Giuria al Pakistan

      Chiudi  (ANSA)

      (di Giorgio Gosetti) (ANSA) - CANNES, 27 MAG - Contro tutti i pronostici che vedevano Valeria Golino (presidente) e la sua giuria del secondo concorso di Cannes psicologicamente attratti dal bel film ucraino "Butterfly Vision" di Maksim Nkonchnyi, è il francese LES PIRES, opera prima di Lise Akoka e Romane Gueret, a vincere il più atteso dei riconoscimenti di Un Certain Regard.
          Storia di una banda di ragazzini della provincia francese che viene scelta per partecipare alle riprese di un film nonostante tutti sappiano in città che si tratta dei "peggiori", il film sarà distribuito in Italia da I Wonder. Una sorridente e per nulla imbarazzata Valeria Golino, accompagnata in scena dal direttore del Festival, ha poi snocciolato gli altri premi assegnati, non senza segnalare l'alto livello delle opere in gara e la difficoltà di scegliere con la testa e con il cuore.
          Ecco allora che il "coup de coeur" della giuria onora uno dei film più originali e adrenalinici dell'anno, RODEO di Lola Quivoron. La migliore sceneggiatura è quella di Maha Haj, regista di MEDITERRANEAN FEVER; i migliori attori sono Vicky Krieps per CORSAGE e Adam Bessa per HARKA (entrambi autentiche rivelazioni); la migliore regia va a Alexandru Belc per METRONOM, ma l'altro premio eccellente, il Premio della Giuria, onora JOYLAND di Sim Sadiq con cui per la prima volta il Pakistan vince a Cannes. Scelta coraggiosa per l'autore visto che si tratta della storia d'amore tra il rampollo di una famiglia religiosa e tradizionalista e una seducente ballerina trans. Nel complesso un verdetto fin troppo equilibrato che però ha il merito di mettere in luce almeno un paio di talenti che presto potrebbero prendere la via del concorso principale dove non avrebbero sfigurato nemmeno in quest'edizione del festival.
          (ANSA).
         

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        19:46

        A Piazza di Siena lo stile unico di KEP Italia

        Chiudi
         (ANSA) Piazza di Siena: 89° CSIO di Roma 2022 (ANSA) Piazza di Siena: 89° CSIO di Roma 2022 (ANSA) Piazza di Siena: 89° CSIO di Roma 2022 (ANSA) Piazza di Siena: 89° CSIO di Roma 2022 (ANSA) Piazza di Siena: 89° CSIO di Roma 2022 (ANSA) Piazza di Siena: 89° CSIO di Roma 2022 (ANSA) Piazza di Siena: 89° CSIO di Roma 2022 (ANSA) Piazza di Siena: 89° CSIO di Roma 2022 (ANSA)

        (ANSA) - ROMA, 27 MAG - "Torna il concorso più bello del mondo", queste le parole con cui il comitato organizzatore della Federazione Italiana Sport Equestri racconta le quattro giornate che vedranno le location mozzafiatodi Piazza di Siena e del Galoppatoio di Villa Borgheseaccogliere uno degli appuntamenti più amati non solo dai romani ma da tutto il pubblico internazionale, appassionati sì di equitazione ma non solo.
            Perchè Piazza di Siena dal 26 al 29 maggio sarà il salotto più esclusivo di Roma, the place to be.
            A uno degli eventi più eleganti e affascinanti di Roma, tra i protagonisti assoluti,non poteva mancare KEP Italia, official partner storico, nonchè azienda 100% Made in Italy, leader mondiale nella produzione di caschi da equitazione che da sempre rispondono a tre parole chiave: massima sicurezza, design e comfort.
            A Piazza di Siena, tutti gli elementi dello stile unico e della filosofia firmati KEP Italia trovano la declinazione perfetta per antonomasia.
            Numerosi i cavalieri di fama internazionale che indosseranno i caschi dell'azienda italiana, che ha saputo conquistare il mondo con una filosofia che per la prima volta coniuga un'attenzione alla sicurezza al di sopra degli standard più elevati, al concetto di personalizzazione bespoke, in grado di interpretare le aspettative più esigenti.
            Il Cromo 2.0, ultimo nato in casa KEP, oltre ad essere protagonista sul campo, trova spazio per raccontarsi nella sua nuova declinazione multisport. Omologato e certificato anche per monopattino elettrico, e-bike e skateboard, diventa il compagno ideale per gli spostamenti con mezzi eco-friendly all'interno della Piazza e non solo.
            In posizione strategica, in uno dei punti dell'ovale d'erba più famoso al mondo, la lounge di Kep Italia è pronta ad accogliere i suoi ospiti per vivere in pole position l'emozione delle gare che si alterneranno da giovedì a domenica. Da qui la sensazione di sfiorare cavalli, cavalieri e amazzoni nel momento in cui con un concentrato assoluto di forza e passione volano sopra gli ostacoli, farà trattenere il fiato a veterani e neofiti di questo meraviglioso mondo dell'equitazione. (ANSA).
           

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        19:11

        Hit parade, in vetta ex One Direction Harry Styles

        Secondo posto al debutto per Ghali, tra i singoli sempre Rhove

        Chiudi  (ANSA)

        (ANSA) - ROMA, 27 MAG - Stravolgimenti in vetta alla classifica dei dischi più venduti della settimana, secondo le rilevazioni Fimi-Gfk. A conquistare il primo posto è l'ex One Direction Harry Styles con il nuovo lavoro Harry's House, che si prende anche la vetta tra i vinili e arriva dopo il successo di "Fine Line" (doppio platino in Italia e rimasto per 100 settimane consecutive nella Top 100 Fimi-Gfk). Debutta al secondo posto Ghali con il nuovo Sensazione Ultra, suo terzo album di inediti tra sonorità pop, rap, anni Ottanta e arabeggianti e una lingua che viaggia tra italiano, francese, arabo. Cerca di resistere il rapper milanese Lazza con Sirio, l'album che raccoglie i feat. di Geolier, Noyz Narcos, French Montana, Tory Lanez e Sfera Ebbasta: perde una posizione rispetto a sette giorni fa, ma rimane sul podio. Alle sue spalle, Gemitaiz che perde la prima posizione e finisce quarto con Eclissi. Rkomi, appena annunciato come quarto giudice della prossima edizione di X Factor, è stabile al quinto posto, davanti a Blanco con Blu celeste.
            Stabili anche Irama, con Il giorno in cui ho smesso di pensare, settimo, Fabri Fibra con Caos, ottavo, e Sangiovanni con Cadere Volare, nono.
            Chiude la top ten Marracash con Noi, Loro, Gli altri. (ANSA).
           

          RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

          19:00

          Pnrr: prende forma la sanità territoriale, piano rifiuti

          Prossima settimana 12 obiettivi, fissati step per i restanti 15

          Chiudi  (ANSA)

          (ANSA) - ROMA, 27 MAG - Nuova sanità territoriale, strategia dell'economia circolare, progetti di connessione per scuole e ospedali: con gli obiettivi di giugno del Pnrr entrano nel vivo alcuni degli importanti tasselli per la trasformazione del Paese. Entro la prossima settimana saranno raggiunti infatti altri 12 obiettivi, che sommati ai 18 già conseguiti, porteranno l'Italia a due terzi del percorso da compiere entro fine giugno per sbloccare i 24 miliardi della seconda rata di fondi europei.
              Il dettaglio dei prossimi step, illustrato dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli al cdm, vede 4 ministeri in prima linea per realizzare questi obiettivi. Cinque target sono in capo al Ministero della Salute, a partire dalla definizione della nuova sanità territoriale, attraverso la riorganizzazione in almeno 1.350 case di comunità, 400 ospedali di comunità e 600 centrali operative territoriali.
              Il decreto che definisce il nuovo modello organizzativo è stato trasmesso il 24 maggio per la pubblicazione in Gazzetta e ora sarà sottoposto alla Corte dei conti, mentre nei prossimi giorni si procederà alla firma degli accordi tra Ministero e singole regioni per gli investimenti. In questo modo l'Italia, che ora ha un'assistenza domiciliare per over 65 al 4% (contro il 6% della media Ocse), nei prossimi anni sarà "il primo paese in Europa per assistenza domiciliare con il 10%", spiega il ministro Roberto Speranza.
              Gli altri 7 obiettivi attesi entro la prossima settimana riguardano i ministeri della Cultura (4 target, a partire dal decreto per migliorare l'efficienza energetica nei luoghi della cultura, con 200 mln ai cinema e teatri e 100 ai musei), dello Sviluppo (2) e dell'Istruzione (il decreto per l'adozione del piano Scuola 4.0 con la trasformazione di 100mila classi in ambienti di apprendimento innovativi).
              Per fine giugno restano altri 15 obiettivi, dalla mobilità dei ricercatori all'accordo quadro su Roma caput mundi, ma il cronoprogramma è già fissato. Sul fronte della transizione ecologica, entro il 17 giugno verrà adottato il decreto ministeriale di approvazione della Strategia Nazionale Economia Circolare e entro il 24 giugno quello per il Programma nazionale per i rifiuti. (ANSA).
             

            RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

            18:40

            Giappone: paese Shikansen affida cura ferrovie a italiana Mermec

            Per ditta tech Monopoli contratti per 20 mln di euro in Giappone

            Chiudi  (ANSA)

            (ANSA) - TOKYO, 28 MAG - Il Giappone, la patria dei treni ultraveloci Shikanen e di una delle reti ferroviarie più avanzate ed efficienti al mondo, affida i servizi per la sicurezza e la diagnostica avanzata delle sua ferrovie e metropolitane alla Mermec, azienda specializzata italiana, con contratti del valore di oltre 20 milioni di euro.
                L'accordo è stato firmato oggi nell'Ambasciata italiana di Tokyo alla presenza dell'Ambasciatore Gianluigi Benedetti, assieme ad alcuni dei maggiori player del panorama ferroviario, Mitsubishi Electric, Sumitomo Corporation, Mitsui Nco, Hitachi Hitech, e del comparto finanziario e industriale giapponese, tra cui la Japan International Cooperation Agency (Jica) e l'Asian Development Bank (Adb). "Siamo partiti nel 2015 nel Paese del Sol Levante e oggi firmiamo quattro importanti contratti che, sia in Giappone che assieme a partner nipponici fuori dal Giappone, mettono Mermec al centro dell'innovazione tecnologica in ambito di sicurezza ferroviaria", ha detto all'ANSA il vicepresidente agli affari internazionali di Mermec, Angelo Petrosillo.
                "Mermec realizza sistemi per la misura dell'infrastruttura che servono sia alla sicurezza che al miglioramento delle manutenzioni, continua Petrosillo: "Ebbene tutto questo in Giappone ci viene richiesto sia dalle principali ferrovie, 4 su 7 - che dalle principali metro, ad esempio ad Osaka, così come dai principali partner tecnologici". Una presenza che si è consolidata nel corso degli anni e che ha portato i suoi frutti per l'azienda di Monopoli, in Puglia, che fa parte del gruppo Angel, che serve 10 dei più avanzati servizi del trasporto ferroviario dell'alta velocità a livello globale, con l'unica eccezione della Cina: "Siamo stati letteralmente messi alla prova dal cliente più esigente, la JR-West in Giappone, che opera lo Shinkansen, il treno 'ammiraglio' delle ferrovie giapponesi: abbiamo superato questa prova e oggi JR-West è il nostro principale sponsor oltre che partner".
                "Continueremo ad andare all'estero con i partner e i fondi giapponesi di Jaica e di Adb, come abbiamo già fatto in India e nelle Filippine, in Tailandia e a Taiwan, attraverso una serie di scenari che stiamo elaborando in queste settimane", ha concluso Petrosillo. (ANSA).
               

              RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


              Modifica consenso Cookie