Calcio
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Calcio
  4. Simeone al Napoli, Ndombelè e Raspadori ai dettagli

Simeone al Napoli, Ndombelè e Raspadori ai dettagli

 Il Cholito: 'era destino'. Intanto Spalletti pensa al Monza

In allenamento il Cholito Simeone, a Villa Stuart per le visite mediche Tanguy Ndombele, ultimi colloqui con il Sassuolo per chiudere Raspadori, Psg su Ruiz con il Napoli che vuole cederlo ma vuole Navas. E' fatto di un mercato eclatante la metà di agosto del ds Giuntoli, arma di De Laurentiis per un nuovo Napoli, con i tifosi che sognano e in tanti saranno domenica a vedere il match con il Monza al Maradona e con Rrahmani che parla di scudetto. I fronti sono tanti e l'attenzione parte dal mercato. Oggi De Laurentiis ha ufficializzato Simeone con un tweet "Benvenuto Cholito" per la firma dell'attaccante che ha scelto il numero 18 e si è allenato con i compagni."Felicità immensa. Una squadra speciale, una città unica e la sensazione che certe strade siano destinate ad unirsi", il primo messaggio del neoacquisto. L'attaccante argentino arriva dal Verona in prestito con diritto di riscatto a fine di questa stagione, in un'operazione da circa 15 milioni per il 27nne che lo scorso anno ha segnato 17 gol con il Verona e ora è il sostituto di Osimhen o il suo compagno di reparto nella stagione piena di impegni tra campionato e Champions League. Contestualmente a Roma è arrivato per le visite mediche Ndombele, la pedina nuova del centrocampo, un francese comprato nel 2019 per 70 milioni dai londinesi e che ora Conte ha liberato: il 25nne arriva al Napoli in prestito dal Tottenham per un milione di euro, con un riscatto, non obbligatorio a fine stagione, fissato a 30 milioni. Il suo sorriso prima della firma indica anche l'addio del Napoli a Fabian Ruiz, che ormai si allena a parte e sta chiudendo con il Paris Saint Germain, che lo pagherà 25 milioni di euro. Nel colloquio con i francesi per il Napoli ha un peso anche la caccia a Keylor Navas, portiere da Champions League che guadagna però 9 milioni l'anno: De Laurentiis gliene darebbe circa 2,5, con i francesi che dovrebbero contribuire. Strada, questa, in salita, con il Napoli che intanto ha Meret e Sirigu. Due milioni e mezzo, poi a salire, li guadagnerà in azzurro anche Raspadori, con la trattativa col Sassuolo che sembra arrivata alla fine positiva con la visite mediche e la firma a breve. Gli addii di Insigne, Koulibaly, Meret sono ormai nei ricordi, i tifosi aumentano in queste ore per riempire il Maradona, mentre gli abbonati, pochi, si godono già il pacchetto annuale. Spalletti intanto pensa al Monza, che arriva domenica al Maradona: sa che dopo la cinquina di Verona deve continuare a dare rispostone ora col Napoli che ha e il suo stimolo funziona con i giocatori come dimostra Rrahmani: "E' come l'anno scorso - dice il centrale - dobbiamo giocare partita per partita. Speriamo che alla fine possiamo ancora stare lì davanti e lottare per lo scudetto. Era importante iniziare bene la stagione, ora dobbiamo migliorare partita dopo partita e finire la stagione nel modo giusto". L'albanese è chiaro e parla anche del nuvo duetta con Kim Min-Jae e parla del mercato: "Con Kim Min-Jae - dice - stiamo parlando e cercando di mettere a posto quello che vuole il mister. In Turchia faceva un altro tipo di gioco, si deve abituare al nostro, per adesso stiamo facendo bene. I compagni che sono partiti erano giocatori importanti, quelli che li devono sostituire devono fare bene. I nuovi arrivati lo stanno già facendo e sono sicuro che faranno molto bene. Kvara? Speriamo che sia un futuro campione".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Podcast

        A cura di Intesa Sanpaolo