Coronavirus: quasi 142mila morti in Brasile,ma spiagge piene

Tanti bagnanti a Rio e San Paolo senza rispetto misure sanitarie

(ANSA) - BRASILIA, 28 SET - Il numero di morti per coronavirus in Brasile ha raggiunto 141.783, mentre sono stati registrati finora 4.732.568 contagiati, dopo un weekend di alte temperature con spiagge affollate a Rio de Janeiro e San Paolo. In 24 ore, sono stati registrati 335 morti e 13.800 nuovi casi, secondo il rapporto sulla pandemia redatto in base ai dati delle segreterie sanitarie dei 27 stati brasiliani e pubblicato oggi dal sito G1. La media mobile dei decessi è stata di 697 negli ultimi 7 giorni, il che indica una diminuzione del 7% a livello nazionale. Aumenti della media dei decessi sono stati osservati a Rio de Janeiro e Amazonas, due stati in cui la situazione mostra segni di peggioramento, oltre a Minas Gerais, Bahia, Roraima e Amapá. Rio de Janeiro, lo stato brasiliano più visitato da turisti stranieri, ha registrato ieri 39,2 gradi centigradi, con le spiagge piene di persone che, per la maggior parte, non rispettavano il distanziamento sociale né indossavano mascherine. Le sabbie di Copacabana, Leblon e altre spiagge nella zona meridionale di Rio sono state affollate nonostante ciò non sia autorizzato da decreti municipali per impedire la diffusione del Covid-19. Anche le spiagge della costa di San Paolo, lo stato più importante e popolato del Brasile, si sono riempite di bagnanti nel weekend, durante il quale la temperatura ha raggiunto i 39,9 gradi. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie