Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Stati Uniti, Polonia e Bulgaria ai connazionali: "Lasciate subito la Russia"

Stati Uniti, Polonia e Bulgaria ai connazionali: "Lasciate subito la Russia"

Mosca non rilascerà più passaporti alle persone richiamate alla leva

I cittadini americani sono invitati a "lasciare la Russia immediatamente", usando "le limitate opzioni" di trasporto commerciale ancora disponibili. Lo si legge nel sito dell'ambasciata Usa a Mosca, citata dalla Tass. Anche i i governi di Bulgaria e Polonia stanno esortando tutti i loro concittadini che si trovano nella Federazione russa ad andarsene urgentemente. Lo scrive il Guardian.

Il ministero degli Esteri della Bulgaria ha dichiarato che "chiede ai suoi cittadini di astenersi dal viaggiare nella Federazione russa e raccomanda agli stessi di considerare la possibilità di lasciare il Paese il prima possibile, utilizzando mezzi di trasporto attualmente disponibili". Il ministero degli Esteri polacco ha rilasciato una dichiarazione simile, riporta la polacca Tvp, affermando che i voli con la Russia sono stati sospesi e incoraggiando tutti i cittadini rimasti a uscire: "In caso di un drastico deterioramento della situazione della sicurezza, della chiusura delle frontiere o di altre circostanze impreviste, l'evacuazione può rivelarsi notevolmente ostacolata o addirittura impossibile. Raccomandiamo che i cittadini della Repubblica di Polonia che rimangono nel territorio della Federazione Russa lascino il suo territorio utilizzando i mezzi commerciali e privati disponibili".

Intanto la Russia sta per aprire un centro di reclutamento al confine con la Georgia, per intercettare uomini abili all'arruolamento nell'esercito per combattere in Ucraina fra le decine di migliaia di persone in coda che cercano di uscire dalla Federazione russa proprio per sfuggire a questa prospettiva. Lo scrive la Bbc sul suo sito, citando fonti delle autorità locali. "Gli agenti al valico di frontiera di Verkhniy Lars saranno incaricati di convocare 'cittadini in età di arruolamento', dicono le autorità", scrive Bbc, che aggiunge che le immagini satellitari mostrano code lunghe chilometri di auto alla frontiera caucasica.

Le autorità nella regione frontaliera russa dell'Ossezia del Nord hanno imposto limitazioni all'ingresso di veicoli nel suo territorio. Lo ha riferito su Telegram il leader locale Sergey Menyaylo, secondo cui la regione è stata posta in "stato d'allerta" dopo che decine di migliaia di persone sono fuggite negli ultimi giorni verso la confinante Georgia, in fuga dalla possibile coscrizione per la mobilitazione militare decisa da Mosca.

"La Germania non riconoscerà mai l'esito dei referendum". Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz, in una telefonata con il presidente ucraino Voldymyr Zelensky, di cui riferisce la cancelleria in una nota.

Un altro pacchetto di aiuti militari Usa a Kiev da 1,1 miliardo di dollari, tra armi ed equipaggiamenti: lo ha annunciato la portavoce della Casa Bianca Karin Jean-Pierre. Gli Usa lavorano "per imporre ulteriori costi economici" contro Mosca e uniranno l'opposizione internazionale ai tentativi russi di annettere territori dell'Ucraina con referendum "illegittimi e oltraggiosi", che sono stati "preparati", "orchestrati" e "manipolati" dal Cremlino. 

La Russia non rilascerà più passaporti alle persone richiamate alla leva in base alla mobilitazione voluta dal presidente russo Vladimir Putin. Lo ha reso noto il portale informativo del governo, in un momento in cui decine di migliaia di persone sono già fuggite all'estero. "Se un cittadino è già stato chiamato per il servizio militare o ha ricevuto una convocazione (per la mobilitazione o il servizio di leva), gli verrà negato il passaporto internazionale", si legge sul portale.

Il ministro degli Esteri polacco, Zbigniew Rau, ha dichiarato che la risposta della Nato a qualsiasi uso di armi nucleari da parte della Russia in Ucraina sarà "devastante". In un'intervista al talk show della Nbc 'Meet the Press' il ministro, in visita a Washington, ha avvertito che se Putin dovesse usare la bomba atomica la Nato reagirà "in maniera convenzionale, quindi non usando un'arma nucleare, "ma la risposta sarà devastante". "Questo è il messaggio che l'Alleanza sta inviando alla Russia in questo momento", ha aggiunto il ministro di Varsavia.

 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie