Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Tv
  4. Amadeus spegne 60 candeline, da dj a re di Sanremo

Amadeus spegne 60 candeline, da dj a re di Sanremo

L'amicizia con Fiorello, gli appuntamenti imminenti, amore, vita

"Ho iniziato per scherzo da ragazzino a mettere dischi, poi grazie a Claudio Cecchetto in qualità di dj, è diventata una professione". Il più popolare, garbato, il re indiscusso dell'intrattenimento di Rai1 Amadeus - confermato per 5 volte (anche per l'edizione del 2024) - conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo, il 4 settembre compie 60 anni, ha raggiunto il primato di cinque edizioni consecutive a Sanremo, detenuto da Superpippo (dal 1992 al 1996) e da Mike Bongiorno (dal 1963 al 1967).

Una carriera lunga e ricca di soddisfazioni, partita dalla gavetta: nel 1986 debutta su Radio Deejay e conosce quelli che diventeranno i suoi migliori amici: Fiorello, Jovanotti e Marco Baldini. Così nel biennio successivo è tra gli speaker di punta di Radio Capital Music Network, dove conduce diversi programmi con Luca Laurenti, Digei Angelo e Stefano Tacconi. Anche Gerry Scotti esordisce insieme a loro. Successivamente, per un lungo periodo, lascia il mondo della radio.

Da ritorno dopo dodici anni, nel 2008, a RTL 102.5, dove ha lavorato fino al 2017. In seguito comincia una carriera televisiva sempre con programmi musicali come Deejay Television e Festivalbar. Il conduttore passa alla guida dei programmi su Raiuno come conduttore prima di Domenica In, poi di Mezzogiorno in famiglia, L'eredità e I soliti Ignoti, programma che conduce tuttora. Nel 2020 Amadeus conduce con Fiorello la 70esima edizione del Festival di Sanremo, e così viene scelto ed ingaggiato per la conduzione nel 2021 e 2022 (confermato 2023 e 2024).

Il momento più difficile, forse, nel 2006, quando passò a Cologno Monzese ma rimase fermo per due anni. Nel 2008 la rinascita con mamma Rai: Mezzogiorno in famiglia, gli speciali Capodanno, Reazione a catena, Stasera tutto è possibile, Ora o mai più e soprattutto Soliti ignoti Sposato con Giovanna Civitillo, conosciuta quando conduceva l'Eredità lei era ballerina (un lungo corteggiamento racconterà la moglie) dalla quale ha avuto il figlio José Alberto.  Amadeus ha un'altra figlia Alice nata dal precedente matrimonio con Maria de Martino. Nato nel 1962 a Ravenna, Amadeus è lo pseudonimo di Amedeo Umberto Sebastiani, "a 7 anni mi sono trasferito A Verona con la famiglia. È stata la mia città fino ai 20. Ho vissuto lì le elementari, le medie, le superiori, l'adolescenza, i primi, grandi sogni, i desideri: un periodo importante della mia vita", ha ricordato durante la presentazione a giugno di Arena 60-70,80...e 90''.

Fiorello e Ama che hanno trascorso le vacanze insieme, in un video postato sui social scherzano sui futuri impegni di Ama, in particolare sul Festival di Sanremo, che condurrà per la quarta volta di seguito: "Siamo i nuovi Ferragnez, gli Amarello... dopo un'estate lui tornerà a lavoro… come si chiama quella cosa che fate a febbraio in Liguria?". Prima però c'è un appuntamento importante. Il 4 settembre Amadeus compie 60 anni: "Dev'essere festa nazionale" propone Fiorello. A Sanremo Amadeus avrà al suo fianco Chiara Ferragni (prima e ultima sera) e Gianni Morandi (tutte e 5 le serate), tutti adesso si aspettano anche di rivedere Fiorello ma chissà. Nell'attesa dopo il successo dell'anno scorso, Amadeus torna in consolle con Arena '60 '70 '80 e...'90, lo show in tre serate all'Arena di Verona (12, 13 e 14 settembre) che sarà proposto su Rai1 in tre appuntamenti di prima serata che aprono il palinsesto autunnale (sabato 17 e 24 settembre, sabato 1 ottobre), uno spettacolo che vuole celebrare quattro decadi musicali con le più celebri hit italiane e internazionali.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai a RAI News

        Modifica consenso Cookie