Da Pausini a Jovanotti, 45 star in radio maratona record

Su Radio Italia 45 ore, senza concerti live musica è racconto

C'è Laura Pausini che sceglie una playlist con tutti i brani che i grandi autori della musica italiana hanno scritto per lei, c'è Jovanotti che ricorda il legame speciale con Pau Dones, il cantautore degli Jarabe de Palo morto di tumore recentemente, c'è Giuliano Sangiorgi che sognava sulle note di Mina e Celentano e ha coronato il sogno di scrivere per loro, c'è Gianna Nannini che riavvolge il nastro è lo ferma al 1993 quando esplose Radio Baccano. E' la maratona record maratona Radio Italia ORA, che per tutto il weekend, da sabato 27 giugno all'alba di lunedì 29 sta vedendo 45 big della musica italiana protagonisti del palinsesto nelle vesti di speaker, per un'ora ciascuno: una vera e propria fotografia della musica di oggi, orfana dei concerti ma non di una grandissima creatività. Nella giornata di oggi Claudio Baglioni ha raccontato la storia dell'album "La vita è adesso", che resta il più venduto di sempre in Italia a 35 anni dalla sua pubblicazione. E Tiziano Ferro, che da Los Angeles ha intrattenuto con i brani che più hanno influenzato il suo percorso artistico, partito da adolescente proprio come speaker radiofonico. Il microfono è passato poi a Gianni Morandi, che con grande generosità ha presentato una sua playlist del nuovo cantautorato: da Calcutta a Levante, da Brunori sas a Maria Antonietta, da Coez a Motta.
    Sono davvero sorprendenti le selezioni musicali proposte dagli artisti: volti storici che scelgono la musica della nuova scena musicale, rapper che scelgono le canzoni che hanno fatto la storia, e poi tantissimi aneddoti curiosi, ma anche session improvvisate e ospiti d'eccezione. Un evento unico voluto e promosso da Radio Italia per ricominciare. Tra i 45 artisti anche Francesco Gabbani, Mina Fossati (alle 21), Elodie, Marracash e poi domani Fiorella Mannoia, Diodato, Ermal Meta, Ruggeri, Renga, Nek, Ramazzotti, Ligabue, Emma, Gigi D'alessio, Zucchero, Rovazzi, Fedez, Mahmood, Achille Lauro, Guè Pequeno, Giusy Ferreri ed Elettra Lamborghini fino alla conclusione alle 5 di lunedì con Luca Carboni.
    La prima artista a inaugurare la maratona è Laura Pausini, che ha colto l'occasione per un appello per ribadire la necessità dei lavoratori dello spettacolo di avere il sostegno del Governo italiano a seguito dell'emergenza Covid-19: "è un momento difficile, ma stiamo tutti ricordando a chi deve decidere che l'Italia ha un grandissimo gruppo di persone che lavora nei concerti, e che in questo momento sta vivendo questa crisi in maniera più forte. Noi cantanti siamo vicini a loro come possiamo, ma il nostro Governo deve assolutamente riconoscerli come lavoratori, non può dimenticarsene" ha dichiarato l'artista. "Le maestranze dello spettacolo sono centinaia di migliaia di persone, che fanno un lavoro complicato e impegnativo che non si vede mai, ma senza i quali ascoltare la musica e assistere a un concerto sarebbe impossibile. Gli eventi di quest'estate ci mancheranno tantissimo, ma sono sicura che torneremo presto tutti insieme e sarà come se non ci fossimo mai lasciati" ha concluso. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie