Professioni

  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Professioni
  4. Ordini Professionali
  5. Pmi: commercialisti, rivedere accesso curatori crisi impresa

Pmi: commercialisti, rivedere accesso curatori crisi impresa

Per de Nuccio Codice va adeguato a contesto economico-sociale

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - "L'istituzione del nuovo albo dei soggetti incaricati dall'autorità giudiziaria delle funzioni di gestione e controllo suscita alcune perplessità". È questo il commento del presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti, Elbano de Nuccio, alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto adottato dal ministero della Giustizia, per dare attuazione alle previsioni contenute nel Codice della crisi di impresa e dell'insolvenza, testo, afferma, che "sembra non tener contro delle significative modifiche apportate dallo schema di decreto legislativo con le modifiche al Codice della crisi in attuazione della Direttiva Insolvency, recentemente approvato in via definitiva, che ha significativamente rivisto l'intero assetto delle procedure di allerta disciplinate nella versione originaria del Codice. È oramai noto che le procedure di allerta e di composizione assistita della crisi gestite dall'Organismo di gestione delle crisi di impresa (Ocri) sono state integralmente sostituite con la composizione negoziata della crisi, in cui l'Ocri scompare ed emerge l'importante ruolo dell'esperto terzo e indipendente nominato dalla Camera di commercio". L'auspicio del Consiglio nazionale dei professionisti è che "per adeguare le disposizioni del Codice e dei suoi regolamenti attuativi al mutato contesto economico e sociale generato dalla crisi provocata dalla pandemia e dal conflitto in Ucraina, il Governo avvii tavoli di collaborazione e costruttivo confronto con gli Ordini professionali, per rivedere le previsioni che istituiscono l'albo unico e i criteri per accedervi", si chiude la nota. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie