PMI

  1. ANSA.it
  2. Pianeta Camere (di commercio)
  3. Camere commercio:Catanzaro,incontro su tradizione arte seta

Camere commercio:Catanzaro,incontro su tradizione arte seta

Rossi: da cultura nuove prospettive economiche per territorio

(ANSA) - CATANZARO, 26 APR - "La conoscenza della storia e delle tradizioni della città possono essere un punto di partenza e uno stimolo per l'avvio di prospettive imprenditoriali nuove e legate al territorio. Come dico sempre, smentendo quanto detto da un ministro qualche anno fa, con la cultura 'si mangia', anzi proprio dalle nostre parti il concetto di investire nella promozione della culturale e nella sua fruizione, sono certo ci possa dare nuove e grandi occasioni per la costruzione di un'offerta turistica sempre più qualificata e quindi attrattiva". Lo ha detto Daniele Rossi, commissario straordinario della Camera di commercio di Catanzaro in occasione di un incontro sulla tradizione serica catanzarese inserito nel novero delle iniziative del cartellone "Cultura [è] Economia" promosse dall'ente camerale sui temi del binomio cultura ed economia. All'appuntamento hanno preso parte l'archeologo Francesco Cuteri, le imprenditrici del settore tessile Miriam Pugliese e Marianna Bartuca, che a San Floro e a Cortale hanno recuperato la tradizione dalla coltivazione del gelso fino alla tessitura e studenti dell'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e del liceo classico "Galluppi".
    "Non è un caso - ha aggiunto Rossi - che questo ruolo di sostegno alla cultura sia affidato proprio al sistema delle Camere di Commercio ed è per questo che sin dal mio insediamento ho inteso orientare l'attività dell'Ente proprio alla promozione della cultura".
    "La storia della tradizione serica, di cui la Camera di Commercio di Catanzaro conserva un'importante testimonianza come gli Statuti, Capitoli et Ordinationi dell'Arte della Seta del XVI secolo - è detto in una nota - oggi rivive nel coraggio imprenditoriale e nella passione di Nido di Seta (Miriam Pugliese) e Marianna Bartuca (Dal baco alla seta), le cui esperienze sono più volte state raccontate dalla stampa locale, nazionale e internazionale.
    "Per noi è sempre stata una tradizione 'normale' - ha detto Marianna Bartuca, che dal 1980 opera nel settore della gelsibachicoltura e della tessitura - e certo non è mai stato semplice, ma fino alla fine degli anni novanta, finché era ancora presente la tradizione dei copriletto ad esempio, c'era molto lavoro. Oggi, con passione, lavoriamo cercando sempre nuove modalità perché il nostro prodotto sia d'interesse sul mercato e facendo sì che non si perda questa antica tradizione".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie