Kappa sponsor green e i Boglione si cimentano in Pro-Am

I fratelli, "valori questo sport perfetti per nostro brand"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 14 SET - Non solo Gabriel Omar Batistuta, Giancarlo Antognoni e tanti altri protagonisti dello sport e dello spettacolo. Anche i fratelli Boglione, Lorenzo e Alessandro - entrambi Executive Vice Chairman di BasicNet, proprietaria tra le altre di Kappa, K-Way, Superga, Sebago - sono stati tra i concorrenti della Rolex Pro-Am che, al Marco Simone Golf & Country Club di Roma, ha anticipato lo show della 79esima edizione dell'Open d'Italia. Entrambi hanno raccontato con emozione e soddisfazione il legame di Kappa con la Federazione Italiana Golf. "L'obiettivo, fin dal 2002, per Kappa è sempre stato quello di essere il più possibile lo sponsor delle Nazionali italiane. Da lì è cominciata l'avventura nel mondo del golf, grazie anche alla passione di tutta la nostra famiglia per questo sport".
    Da vent'anni sul "green", al fianco della Nazionale italiana di golf. Ieri, come oggi. E' un legame che parte dunque da lontano quello tra Kappa e la Federazione Italiana Golf. Un progetto all'avanguardia, tra stile e ambizione. Una storia caratterizzata da grandi risultati, al fianco degli azzurri del green. E che arriva fino all'Open d'Italia. Al Marco Simone Golf & Country Club di Roma, che nel 2023 ospiterà la Ryder Cup, Kappa è protagonista anche con uno stand all'avanguardia.
    "La nostra è da sempre - sottolineano Lorenzo e Alessandro Boglione - una filosofia green. I valori del nostro brand e del golf ma dello sport in generale, si sposano perfettamente. Il golf è una disciplina inclusiva, tra gli sport più praticati al mondo, che si pratica all'aria aperta. Il post pandemia ha provocato un boom di tesserati anche in Italia ed eventi come l'Open d'Italia e la Ryder Cup aiuteranno a far crescere sempre di più il golf in questo Paese. Noi saremo sempre di più al fianco delle Nazionali italiane, nei momenti brutti come in quelli belli". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA