Serbia: Moretti (Pd), Italia può giocare ruolo di mediazione

L'eurodeputata alla guida della delegazione dell'Eurocamera

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 28 GIU - "Credo sia stato un segnale importante quello di affidare a una socialista e a un'italiana questa posizione, come paese l'Italia infatti può giocare un'importante ruolo di mediazione". Così Alessandra Moretti, eurodeputata italiana del gruppo Socialisti e Democratici, commenta all'ANSA la sua nomina a capo della Delegazione del Parlamento europeo per i rapporti con la Serbia.

"Nelle settimane passate abbiamo visto che cosa vuol dire aver rallentato il processo di integrazione nei confronti dei Paesi balcanici, è un rallentamento che non possiamo permetterci", spiega Moretti che subentra al nuovo incarico alla slovena Tanja Fajon, divenuta ministra degli esteri nel nuovo governo di Lubiana guidato dal premier Robert Golob.

"In Serbia oggi c'è una questione legata alle influenze russe, una delle sfide più grandi per l'Europa sarà quella di contrastare l'influenza russa sull'opinione pubblica e sulle autorità", continue l'eurodeputata che sottolinea come "la questione balcanica rimanga pertanto centrale per l'Ue e per la gestione dei rapporti tra Bruxelles e Mosca".

Per quel che riguarda i rapporti con Pristina invece Moretti sottolinea come "rimanga centrale il tema Kosovo e la necessità di promuovere il dialogo tra i due territori". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: