RepowerEu: Borchia(Lega), serve filiera tecnologica europea

'Rischio dipendenza tecnologica da Pechino'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 19 MAG - "Tante ombre, poche luci, troppi propositi destinati purtroppo a rimanere sulla carta. Siamo favorevoli all'indipendenza energetica, ma bisogna fare attenzione: l'Europa si prende rischio delle emissioni zero non tenendo conto di indicatori economici e stime di crescita. E il piano non può partire dal presupposto sbagliato che la crisi attuale coincida con il conflitto in Ucraina, dimenticando anni di politiche sbagliate su energia e clima". Così in una nota Paolo Borchia, europarlamentare della Lega, coordinatore Id in commissione Itre.

"Non possiamo permetterci di puntare tutto sulle rinnovabili ma non su una filiera europea in grado di sviluppare tecnologie essenziali per la transizione. Eliminare la dipendenza energetica da Mosca per aumentare quella tecnologica da Pechino non è una soluzione. Affermare che il 'risparmio energetico è il modo più rapido ed economico per far scendere la bolletta' è un tantino banale, non serviva l'Ue. Repower è solo l'ultimo tassello di una narrativa ideologizzata, Timmermans detta legge con una Commissione totalmente incapace di riportarlo alla realtà", conclude Borchia. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: